aeroporto. IL SILENZIO DEI MEDIA DEL PALAZZO

Dopo la denuncia dei Comitati sul “No” del Quirinale, il silenzio è stato assicurato dai media locali, ma i nodi, arrivano al pettine e finalmente anche la lucerna esce dal moggio
L’aeroporto di Peretola

FIRENZE. Noi, abbiamo fatto il nostro dovere e abbiamo dato il giusto risalto alla notizia del diniego (ed è stato perentorio, non condizionato) dell’allora Presidente Napolitano alla Via (Valutazione Impatto Ambientale) per il nuovo aeroporto di Firenze.

Era il 2003 e nel contempo il decreto decisorio del Quirinale è stato trattenuto in archivio dal Ministero dell’Ambiente.

Oggi che il coordinamento Piana Sana lo ha faticosamente disseppellito è stato ignorato dai media regionali della Toscana.

Un caso di cattivo giornalismo che, sarà sanato grazie alla pubblicazione su altre maggiori testate, qual è Il Fatto Quotidiano che l’ha bene evidenziato in questa edizione.

Quanto poteva restare ancora nascosta la lucerna sotto al moggio?

Toscana Aeroporti, disconosce ogni valutazione di rilievo, specificando in un comunicato che: “Il provvedimento del 2003 si riferisce a un progetto a breve termine mai stato oggetto di approvazione né mai stato portato a esecuzione, successivamente archiviato.

Con la sua archiviazione è venuta meno la necessità del decreto di VIA così come sono rimaste improduttive di effetti anche le prescrizioni imposte in tale sede”.

Insomma un no asseritamente “inutile” a una Via poi archiviata con il conseguente effetto della poca rilevanza che assume il decreto decisorio di Napolitano, ma questa considerazione di merito (con esiti di rilievo politico), non dovrebbero fare uso i media del palazzo, che dovrebbero rappresentare le questioni in modo obiettivo imparziale e completo, come deve fare il giornale quando è indipendente e libero.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento