ampliamento ospedale. SINISTRA ITALIANA: A QUANDO L’AVVIO DEI LAVORI?

Dalla lettura della delibera Cipe la spesa dilazionata farebbe pensare ad un prolungamento dei tempi di realizzazione dell'opera
Andrea Martinelli (Sinistra Italiana Prato)

PRATO. Ampliamento ospedale Prato. Tema molto discusso in città, dal sito del Cipe emerge che la delibera sia stata registrata in data 3 maggio 2018 dalla Corte dei Conti. Cosa certamente positiva.

Da una semplice lettura della delibera (107 del 22/12/2017) emerge però un elemento di preoccupazione relativo alle reali disponibilità finanziarie e quindi alla tempistica di costruzione della nuova palazzina.

Come si può leggere chiaramente, il profilo di spesa (cioè il cronoprogramma di disponibilità finanziaria) su uno stanziamento ministeriale di 70 milioni di euro (di cui 10 per Prato) è così ripartito:

2 milioni per il 2020

2 milioni per il 2021

2 milioni per il 2022

6 milioni per il 2023

20 milioni per il 2024

38 milioni per il 2025

Il fatto che la spesa sia dilazionata nel tempo è dovuto a limiti di disponibilità finanziarie e quindi appare evidente come difficilmente vedremo nei prossimi 5/6 anni l’avvio dei lavori.

Nel mentre sarebbe utile fare le Case della Salute nei territori (per esempio, visto che abbiamo in via Galcianese un edificio inutilizzato da anni ed in mancanza di altro, potrebbe essere valutato il suo utilizzo per tale scopo in attesa di tempi migliori).

Andrea Martinelli — Segretario Sinistra Italiana Prato / membro coordinamento Leu Prato

deliberaCipe107

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento