ecostrade. LE “STRADE LATINE” A FREDDO

Innovativa tecnica di costruzioni di superfici stradali a freddo e senza asfalto, dunque ecologiche, brevettata da una società pistoiese
Il tratto di “strada latina” sul lungo Brana

PISTOIA. L’uso di asfalti bitumosi per la costruzione a caldo di strade è una tecnica molto dispendiosa in termini di energia e inquinamento.

Il sistema strade latine è stato studiato e realizzato per interventi di stabilizzazione e consolidamento di superfici in terra, per diversi usi e destinazioni, senza la necessità di apportare altri materiali estranei con il risultato di non modificarne l’originale composizione e mantenere continuo l’aspetto della strada rispetto alle superfici prima del trattamento, evitando così di creare dissonanze a livello paesaggistico.

L’aspetto esteriore delle superfici trattate, mantiene le caratteristiche estetiche precedenti e con il loro andamento ondulatorio non artificialmente modificato e livellato se non per esigenze tecniche.

La via ciclopedonale di Quarrata è “Strada Latina”

Per la realizzazione del trattamento la società Agro Forest Plus ha messo a punto e coperto da brevetto una macchina e un additivo naturale che operano in sinergia per la realizzazione delle opere stradali.

Le componenti dell’additivo non sono pericolose o inquinanti e vengono diluite in acqua fino dalla loro miscelazione che viene poi ulteriormente diluita nell’impasto dalla speciale macchina per la composizione del terreno di fondo.

Le prime realizzazioni sono state consegnate e sono ben visibili in Pistoia via Lungo Brana e sulla nuova pista ciclopedonale di Quarrata.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento