elezioni. E GALLIGANI (FDI) SPARA SU SAMUELE BERTINELLI

«Parli di democrazia dopo aver umiliato ed insolentito con la totale assenza di considerazione cittadini, opposizione ed addirittura compagni di partito»
Samuele Bertinelli, Sindaco di Pistoia

PISTOIA. Il candidato Consigliere Lorenzo Galligani, che sostiene Alessandro Tomasi nella sua corsa per il ruolo di sindaco di Pistoia, si è rivolto a Samuele Bertinelli, senza risparmiare stoccate sulla campagna elettorale portata avanti dal sindaco uscente: “La campagna volge al termine, ho passato gli ultimi due mesi a parlare con centinaia di persone, convinto del nostro programma e delle nostre idee per la Pistoia di domani – racconta Galligani prima di passare all’attacco –. Ascolto Samuele Bertinelli parlare di sinistra, di solidarietà, di accoglienza, di città verde, lo vedo prostrarsi, lo leggo mentre si scusa sui giornali, mentre vi dice “ho governato male ma datemi ancora fiducia perché sennò vince la destra”.

Io so cosa significa l’appartenenza, mi sono formato politicamente in ambiente conservatore e, coerentemente, mi sono candidato in un partito di quell’area.

Eppure ascoltando le parole del Sindaco uscente avverto un’amarezza di fondo: a cosa serve, a cinque giorni dalle elezioni, disperato, andare a pietire gli elettori?

Che senso politico ha offendere parlando dei bei tempi andati anziani (o giovani) militanti che, sacrificando tempo, soldi e fatica, hanno fatto decenni di sindacato, oppure decenni di volontariato politico quando per cinque lunghi anni hai avuto l’opportunità di dimostrare quanto valeva la tua appartenenza e non l’hai fatto?

Parli di democrazia dopo aver umiliato ed insolentito con la totale assenza di considerazione cittadini, opposizione ed addirittura compagni di partito.

Parli di accoglienza quando proprio il caos di alcune realtà (altre hanno fatto bene e creato i presupposti per l’integrazione) dell’accoglienza Pistoiese hanno creato i presupposti per il conflitto sociale.

Parli di solidarietà quando la disoccupazione vola, le aziende chiudono e mentre l’Italia, timidamente, riparte, Pistoia resta inchiodata ad una recessione spaventosa”. Dopo aver espresso la sua valutazione sull’operato del sindaco uscente, Lorenzo Galligani ha tirato le sue somme su cosa questa campagna elettorale lascia dietro di sé: “E allora, Sindaco, se appartenenza deve essere il colore di una casacca, se appartenenza devono essere le chiacchiere a cinque giorni dalle elezioni, se appartenenza deve voler dire ascoltare il proprio cerchio magico e null’altro è arrivato davvero il momento di superarlo questo novecento.

Perché anche nella nostra città si possa tornare a parlare di cose e non di colori, senza rimorsi, rimpianti si ma in ogni caso: nessun rimorso”.

Lorenzo Galligani
Consigliere comunale di Fratelli d’Italia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento