IL NUOVO CCNL PER LA RISTORAZIONE ITALIANA E I PUBBLICI ESERCIZI

Oggi mercoledì 13 Giugno: seminario formativo per consulenti del lavoro e aziende di somministrazione
Il volantino

PRATO. Le novità per pubblici esercizi, ristorazione collettiva e commerciale e turismo al centro di un seminario formativo che si terrà oggi mercoledì 13 Giugno alle 9.30 presso la Camera di Commercio di Prato – Via del Romito,71 – dedicato ai consulenti del lavoro di Pistoia e alle aziende di somministrazione del territorio

L’incontro, tappa del roadshow organizzato in varie regioni d’Italia da Fipe Confcommercio a seguito della recente firma del primo Contratto Nazionale di Lavoro per i dipendenti dei settori dei Pubblici Esercizi, della Ristorazione Collettiva e Commerciale e del Turismo, è promosso da Confcommercio Pistoia e Prato, Fipe Confcommercio e dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Pistoia.

Si comincia alle 10.00 con i saluti di Tommaso Gei, Presidente della Consulta Confcommercio di Prato, seguito dall’introduzione del presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Prato, Alessandro Bensi. Interverranno poi Andrea Stoccoro, referente di Fipe Confcommercio, che illustrerà le novità introdotte nel nuovo Ccnl, e l’avvocato Aurora Cavo, che approfondirà il tema dell’impatto del nuovo regolamento privacy sulle aziende.

Confcommercio

Nel corso dell incontro Fipe presenterà gli ultimi dati sull’occupazione dipendente nei pubblici esercizi di Prato. Sono 2.393 i lavoratori dipendenti operativi in bar e ristoranti (il 4,5% degli addetti della regione), con la componente femminile e quella maschile in sostanziale equilibrio (1.169 donne contro 1.224 uomini).

Per quanto riguarda la tipologia di contratto l’87,0% (2.081) è a tempo indeterminato, il 12,8% dei contratti (307) è a tempo determinato. Lo scenario complessivo regionale della Toscana vede invece 53.252 lavoratori dipendenti, di cui 36.581 a tempo indeterminato (il 68,7%), e 4.657 stagionali (l’8,7%).

“Il nuovo CCNL, indipendente e svincolato dai contratti precedenti, ha un campo di applicazione che interessa oltre un milione di addetti di un settore dove operano più di 300.000 imprese con un fatturato di oltre 80 miliardi di euro” — dichiara Fipe —. Tra i punti principali dell’accordo figurano un aumento in busta paga di 100 euro a regime, rafforzamento dell’assistenza sanitaria integrativa, durata quadriennale e importanti innovazioni mirate al recupero di produttività

Al termine ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

[martini —confcommercio pt-po]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento