integralisti. DEL DEBBIO RICHIAMATO DA DON BIANCALANI

Il prete arcobaleno, si è permesso di stigmatizzare una parolaccia di Del Debbio, durante una sua partecipazione al talk show “Quinta colonna”, ma è stato redarguito duramente dal conduttore lucchese
Il presentatore rimproverato da don Biancalani

ROMA. Che sia un evento marginale è sicuro, ma non è un dettaglio e nemmeno una nostra esercitazione fondata sulla dietrologia.

L’episodio di Don Biancalani che a “Quinta colonna” di lunedì 18 si è permesso di stigmatizzare il comportamento amorale e diseducativo di Del Debbio è dimostrativo del livello di supponenza e autoreferenzialità conquistata.

Gli manca di usare il plurale maiestatis e poi siamo a posto. Il presentatore ha detto — con la sua solita determinante disinvoltura — che c’era “qualcosa che lo faceva incazzare”. Il termine “incazzare” (tra le parole brutte è quella meno pesante, tanto che è oramai entrata nel linguaggio corrente) non è passato indenne dalle sensibili orecchie di Don Massimo, tarate alla maggiore sensibilità dei termini del mondo politically correct e dunque, non è stata ignorata.

Alcuni ospiti di Vicofaro

Il presentatore lucchese ha chiesto lumi al parroco pistoiese, assiepato a fronte con il suo staff di giovani africani — sempre molto televisivi e caratterizzanti il tema dibattuto — che ha espresso il richiamo per l’espressione scurrile.

Don Biancalani non manca di avere la giusta dose di “spocchia moralizzatrice” anche in Tv (chi meglio di lui, potrà giudicare gli altri?) e precisa che il termine è sbagliato perché detto “..con milioni di persone”.

A niente rileva che sia fuoriuscito nel contesto di una vessiloquenza argomentativa del conduttore, pesantemente impegnato in un veloce  dibattito aperto su più fronti e da più ospiti, anche in gruppo e nella più bollente diretta televisiva.

La parrocchia divenuta una “comune”

Bene, vogliamo anche noi convincerci che un poco di “buona educazione” e soprattutto di “coscienza civile” non farebbe male a milioni di telespettatori, ma forse non è proprio giusto che sia il parroco di Vicofaro a farcela.

Infatti, è lui che ha rovesciato ogni standard di “pastorale parrocchiana” — mediamente nota alle comunità cristiane — a Pistoia e nel resto del mondo.

Don Biancalani ha fatto di Vicofaro una sorta di “comune avanguardista politica” che, al cospetto suo, la casa del popolo di Cavriago, farebbe ridere.

Ha fondato un presidio con una associazione che sovraintende al contrasto dei due mali del nostro secolo: il razzismo e il fascismo e si permette di criticare Del Debbio perché dice che  “…lo fanno incazzare”.

Insomma è proprio il caso di dire: da che pulpito viene la predica!

Vedi anche:

[Alessandro Romiti]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

One thought on “integralisti. DEL DEBBIO RICHIAMATO DA DON BIANCALANI

  1. 1 – Biancalani ospita solo ragazzi giovani di colore , perchè ?
    2 – Biancalani non ospita anche famiglie di cittadini italiani e non in grave difficoltà economica , perchè ?
    3 – Biancalani non va in missione in Africa ad agliutare milioni di persone bisognose , perchè ?

Lascia un commento