jazz. LA PRIMA VOLTA DI FRANCESCO ZAMPINI QUARTET ALLA FONDAZIONE

Stasera alle 21,30 il concerto del giovane talentuoso chitarrista toscano
Il chitarrista Francesco Zampini

PISTOIA. C’è sempre una prima volta nella vita. La prima volta in Fondazione Tronci per il giovane e talentuoso chitarrista toscano Francesco Zampini è stasera giovedì 8 novembre alle ore 21.30.

In corso Gramsci 37 Zampini, forte della partecipazione a rassegne nazionali ed internazionali tra cui il Serravalle Jazz 2017, arriva con un quartetto. La sua musica, certo non dimentica dell’influsso di chitarristi come Giancarlo Raf Montrasio o Carlo Pes,si avvale della possibilità e modo di studiare e collaborare che egli ha avuto con artisti di fama internazionale come Darcy James Argue, Ben van Gelder, Alessandro Lanzoni, Giovanni Falzone, Fabio Morgera, Jesper Bodilsen, Greg Hutchinson, Nico Gori, Ares Tavolazzi, Umberto Fiorentino, Martijn van Iterson, John Ruocco ed Eric Ineke.

Zampini è tra i vincitori del Concorso Nazionale per solisti “Chicco Bettinardi 2016” di Piacenza e nel 2017 ha ricevuto il primo premio al Concorso Nazionale per chitarristi “Davide Lufrano Chaves”.

La sezione ritmica che lo accompagna in Fondazione Tronci è composta da tre musicisti di assoluto valore: Xavi Torres, noto pianista catalano molto apprezzato a livello europeo, con alle spalle più di venti lavori discografici; Michelangelo Scandroglio, contrabbasso, (che può vantare collaborazioni con Flavio Boltro, Logan Richardson, Fabrizio Bosso, Glenn Ferris) e Bernardo Guerra, batteria (noto per aver collaborato, tra gli altri, con Stefano Bollani, Alex Sipiagin, Enrico Rava, Danilo Rea, Scott Hamilton e David Binney).

Nel calendario approntato dall’Associazione Culturidea per corso Gramsci 37 l’evento di stasera conclude il mini ciclo dedicato al jazz.

Questo ciclo è iniziato con i Talking Ties di Calabretta, Gargini, Sacconi, proseguito con i Black Whisper Quartet di Antonini, Ciuffini, Mannelli, Perra e giunge al progetto originale capitanato da Francesco Zampini.

Culturidea e Fondazione Tronci, oltre a proseguire nell’opera di sensibilizzazione e valorizzazione della collezione di strumenti musicali che Luigi Tronci desidera donare al Comune di Pistoia per allestire uno spazio per la musica in città di livello internazionale, sono sempre fortemente impegnati nell’attività di porre i giovani musicisti in grado di esibirsi e farsi conoscere ad un pubblico ampio, attento, competente.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento