MARCO MAZZANTI ASSOLTO DA TUTTI I CAPI DI ACCUSA

Stamani il processo per rito abbreviato. Assoluzione anche per Edoardo Franceschi e Graziano Tesi e il "non luogo a procedere" per gli altri sette indagati. Le prime reazioni
Il Sindaco Marco Mazzanti

PISTOIA —QUARRATA. Assolto in via definitiva da tutti i capi di accusa ovvero corruzione elettorale, abuso di ufficio e peculato. Il processo per rito abbreviato svoltosi stamani al Tribunale di Pistoia ha confermato l’innocenza del sindaco di Quarrata Marco Mazzanti e la non sussistenza del fatto.

L’assoluzione è arrivata anche per il presidente del Cis spa Edoardo Franceschi e per Graziano Tesi (dirigente all’epoca dei fatti dello stesso Cis).

Il sostituto procuratore Fabio Di Vizio aveva chiesto per il primo cittadino una condanna ad un anno per i reati di corruzione elettorale e di abuso di ufficio. Mentre il pm aveva chiesto l’assoluzione per il reato di peculato. Nella sua requisitoria Di Vizio aveva chiesto condanne per due dei nove imputati che hanno scelto il rito abbreviato: 6 mesi per il presidente del consorzio Cis spa e il dirigente.

La sentenza del giudice ha stabilito inoltre per l’altro filone della inchiesta (partita come si ricorderà da un esposto presentato dal Movimento 5 Stelle di Quarrata) e relativo alle proroghe di alcuni contratti di servizi comunali (trasporto scolastico e assistenza a persone svantaggiate e prima infanzia) il “non luogo a procedere” per gli altri indagati (sette in tutto tra funzionari comunali e dirigenti di cooperativa).

Tra i primi a complimentarsi con il sindaco Mazzanti gli onorevoli Caterina Bini e Edoardo Fanucci (Pd).

“È davvero un’ottima notizia l’assoluzione, con formula piena, del sindaco di Quarrata Marco Mazzanti da ogni ipotesi di reato. Personalmente — ha scritto Fanucci — ho sempre riposto massima fiducia nella correttezza di Marco e nell’operato della giustizia, che ha accertato la verità e ha stabilito che “il fatto non sussiste”. Rivolgo al sindaco Mazzanti e a tutta la sua squadra auguri di buon lavoro, al servizio di Quarrata e di tutti i cittadini. Avanti!”.

Per Caterina Bini l’assoluzione dimostra invece l’onestà e la correttezza dell’operato dell’amico e sindaco di Quarrata. “Oggi – scrive – la Magistratura lo conferma e ne sono davvero felice”.

“Sono davvero contento. A darmi la notizia — ha scritto invece il segretario provinciale del Pd Riccardo Trallori — è stato proprio Marco, commosso e felice che questa vicenda si sia conclusa nel migliore dei modi. La città di Quarrata, insieme a noi compagni e amici di partito, non aveva mai messo in dubbio l’etica e la morale di Marco Mazzanti e questa era stata la migliore risposta in assoluto. Gli organi competenti hanno svolto le normali procedure e alla fine hanno assolto il sindaco di Quarrata da tutti i capi di accusa. Sono felice, prima di tutto umanamente, per Marco e per i suoi cari che hanno passato mesi non semplici e che oggi possono porre la parola fine a questa infelice vicenda”.

[Andrea Balli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento