montemurlo. ORTI URBANI, INIZIANO I LAVORI. ENTRO IL 2018 LA CONSEGNA

In contemporanea partirà il bando per l’assegnazione ad un’associazione della gestione e dell’assegnazione degli spazi
Un orto urbano

MONTEMURLO. Inizieranno la prossima settimana i lavori di realizzazione degli orti urbani, che sorgeranno su un’area di proprietà pubblica tra via Tevere e via Tagliamento sulla riva sinistra del torrente Agna.

Un progetto da circa 90 mila euro, per il quale il Comune di Montemurlo ha ricevuto un contributo di circa 42 mila euro dalla Regione Toscana (47 mila euro i fondi stanziati dall’amministrazione) nell’ambito di Centomila orti in Toscana.

L’appalto è stato aggiudicato alla ditta S4 costruzioni di Agrigento e l’intervento, condizioni metereologiche permettendo, sarà concluso entro la fine dell’anno.

Gli orti urbani a Montemurlo sorgeranno su un’area di proprietà comunale di 4270 metri quadrati, sulla quale saranno ricavate circa 27 particelle ortive della dimensione media di 45 metri quadrati. In contemporanea, nelle prossime settimane, il Comune provvederà alla pubblicazione di un avviso pubblico per l’affidamento gratuito ad un’associazione della gestione dello spazio, che tra gli altri compiti avrà anche quello di favorire occasioni di socialità, scambio intergenerazionale, acquisizione di competenze, solidarietà, così come previsto dal progetto Centomila orti in Toscana.

Gli orti urbani, infatti, sono un qualcosa di diverso rispetto agli orti sociali.

« Si tratta di uno spazio a forte valenza sociale ed aggregativa, rivolto soprattutto ai giovani e alle famiglie — spiega l’assessore all’ambiente, Simone Calamai — Un orto che vuole essere un luogo di incontro tra generazioni, un posto dove coltivare ma scambiarsi anche competenze e saperi.

L’assessore Calamai

Inoltre gli orti urbani dovranno promuovere la tipicità toscana anche in agricoltura e quindi saranno favorite le colture di piante e ortaggi tradizionali del territorio, attraverso la riscoperta, ad esempio, di frutti antichi. Non un semplice orto, ma piuttosto una piazza verde luogo d’incontro tra generazioni ».

Il progetto degli orti urbani si articola secondo un asse principale parallelo alle costruzioni esistenti. Su questo percorso si trovano le funzioni di socializzazione e di servizio, con uno spazio polivalente di ritrovo e didattico con servizio WI-FI, casetta per rimessaggio attrezzi, servizio igienico, sedute di sosta, cesti per rifiuti, rastrelliere porta biciclette e impianto di illuminazione pubblica.

L’intervento sarà realizzato tra la frazione di Fornacelle, a nord del vecchio insediamento di Borgo Pieratti, in una zona dove sorgono una serie di edifici di edilizia residenziale pubblica di recente realizzazione a cui manca una vera e propria area verde di aggregazione di riferimento.

Tutti gli appezzamenti degli orti urbani saranno serviti da percorsi pavimentati a bianco con impianto di irrigazione con colonnetta. Il progetto prevede inoltre la delimitazione di un’area tecnica per la cisterna di accumulo dell’impianto di irrigazione e i quadri elettrici di comando della parte impiantistica.

L’impianto di irrigazione e la relativa cisterna interrata di accumulo sarà alimentato da un pozzo da realizzare all’interno dello spazio. Tra gli interventi si prevede anche una prima lavorazione del terreno di coltivazione mediante la fresatura e vangatura meccanica con almeno due passaggi incrociati, compresa la asportazione di eventuali trovanti rocciosi e di materiali inerti. Le alberature esistenti verranno mantenute e integrate.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento