montemurlo. TARI, NESSUN AUMENTO DELLE ALIQUOTE, CONFERMATE LE AGEVOLAZIONI

Il consiglio comunale ha approvato il piano finanziario 2018-2020 per il servizio di igiene ambientale. Restano gli sconti per chi conferisce al Centro di raccolta e le agevolazioni contro lo spreco alimentare
Il centro raccolta rifiuti di Oste

MONTEMURLO. Il consiglio comunale di Montemurlo nel corso dell’ultima seduta — con i voti favorevoli del Pd, astenuti Forza Italia, Rilanciare Montemurlo e Fratelli d’Italia — ha approvato il piano finanziario 2018-2020 per il servizio di igiene ambientale, piano che si inserisce nel nuovo scenario della gara di ambito per il gestore unico Alia.

Dal 1 gennaio di quest’anno, infatti, è diventata esecutiva la gara, per cui l’affidamento del servizio non è diretto da parte del Comune ma transita dall’Ato Toscana Centro.

Il piano finanziario ammonta a 5,3 milioni di euro e consente di confermare le aliquote Tari del 2017 per famiglie e imprese, tariffe che sostanzialmente sono ferme ai livelli del 2008. Insieme al piano finanziario sono state fissate anche le tre date per la rateazione del pagamento della Tari 2018: 16 maggio, 16 settembre, 16 novembre.

« Il servizio di igiene ambientale a Montemurlo funziona bene e nel 2017 è arrivato a regime dopo le modifiche e i miglioramenti degli ultimi anni. — commenta l’assessore all’ambiente, Simone Calamai — Nel 2017, inoltre, la raccolta differenziata ha superato il 71 % con 2200 tonnellate in meno di rifiuti indifferenziati conferiti in discarica.

Tari

Ottimi anche i risultati del Centro raccolta di via Puccini a Oste dove nel 2017 sono state conferite 430 tonnellate di materiali. Risultati positivi e incoraggianti che confermano la qualità del servizio offerto ai cittadini con tariffe che si confermano ancora una volta le più basse della provincia, senza alcun aumento per i cittadini ».

Confermati gli sconti sulla parte variabile dell’aliquota per chi usa il Centro raccolta per conferire tutti quei rifiuti non trattati dalla filiera della raccolta porta a porta (ingombranti, vernici, oli esausti ecc…).

Gli sconti si applicano al raggiungimento di determinate soglie di peso: lo scaglione massimo prevede uno sconto del 30% sulla parte variabile, lo scaglione intermedio uno sconto del 15%. Confermata anche la soglia zero con uno sconto del 3% per chi conferisce una sola volta al Centro di raccolta di via Puccini.

Già dallo scorso anno le riduzioni sono calcolate in automatico sulla bolletta e non si devono presentare richieste specifiche. L’amministrazione ha inoltre riconfermato anche le agevolazioni contro lo spreco alimentare con una riduzione del 2% sulla parte variabile della tari delle aziende produttrici e distributrici di alimenti che donano prodotti deperibili a indigenti o per l’alimentazione animale.

Nel bilancio di previsione 2018, inoltre, sono stati stanziati 20 mila euro per le agevolazioni sociali per le famiglie indigenti che prevedono la riduzione o l’esenzione totale della parte variabile della tariffa in base alla fascia di reddito Isee.

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento