MORTE DI GIANCARLO NICCOLAI, IL CORDOGLIO DI ENRICO ROSSI

Dal presidente della Regione Toscana un telegramma alla famiglia: “Di Giancarlo ricordo l’impegno, la passione e l’umanità"
Enrico Rossi

FIRENZE. “Ho appreso della scomparsa del vostro caro e voglio esprimervi, anche a nome della giunta regionale toscana, le più sentite condoglianze per il lutto che vi ha colpito”. Così si legge nel telegramma inviato dal presidente Enrico Rossi alla famiglia di Giancarlo Niccolai, morto l’altra notte a Pistoia, all’età di 87 anni.

Niccolai era stato sindacalista alla Breda negli anni ’80 e consigliere in Consiglio regionale per la Dc. Nel 1977 era stato gambizzato da Prima Linea, mentre andava al lavoro.

Giancarlo Niccolai

Niccolai era presidente del Centro Studi Donati, che si collocava nel solco della testimonianza di Giorgio La Pira e del suo insegnamento.

“Di Giancarlo ricordo l’impegno, la passione e l’umanità”, prosegue Rossi nel suo messaggio. ’Il rapporto di collaborazione instaurato fra la Regione Toscana e il Centro Studi Donati mi ha consentito di apprezzare le sue doti. Con la Giornata Internazionale per la Pace, istituita in ricordo di Giorgio La Pira, si sono costruiti progetti di dialogo e di fraternità per contrastare l’inimicizia e l’intolleranza.

Obiettivi più che mai attuali in un momento in cui la guerra ed il conflitto sono protagonisti dello scenario internazionale. Vi sono vicino in questo momento di dolore”.

[toscana notizie]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento