omicidio schiano. DOMANI IL SETTANTESIMO ANNIVERSARIO

Il giovane operaio della San Giorgio venne ucciso dalla Polizia il 16 ottobre 1948 durante la “marcia della fame”
Il feretro di Ugo Schiano

PISTOIA. Domani martedì 16 ottobre ricorre il 70esimo anniversario della morte di Ugo Schiano, che venne ucciso il 16 ottobre del 1948 dalla polizia, mentre sfilava insieme ai lavoratori della San Giorgio e della montagna pistoiese.

Il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, insieme alla figlia di Ugo Schiano, Siria, alle associazioni combattentistiche, ai sindacati e a una rappresentanza degli operai dell’azienda Hitachi, ricorderà il giovane operaio.

La commemorazione partirà alle 9.30 da sotto il loggiato del Palazzo comunale, con un piccolo corteo, per raggiungere via Cavour (nel punto di incrocio con via Roma) dove si trova una targa dedicata a Schiano sotto la quale sarà deposta una corona di alloro.

Ugo Schiano è una figura emblematica della lotta operaia a Pistoia. Era il 1948, quando, nel clima di gravi tensioni politiche e sociali che caratterizzarono i primi difficili anni di vita della Repubblica, maturarono gli avvenimenti che portarono alla morte di questo giovane operaio metallurgico della San Giorgio.

Ugo Schiano con la figlia

Schiano fu ucciso durante una grande manifestazione, definita “marcia della fame” (cui parteciparono insieme operai della Smi, pesantemente colpiti dai licenziamenti, popolazione montana e classe operaia pistoiese).

La marcia partì a piedi nelle prime ore della mattina dai paesi della montagna e alcune migliaia di persone si ritrovarono a Pistoia.

Alle 11 entrarono in sciopero anche i lavoratori della San Giorgio che si unirono al corte diretto in Prefettura dove era previsto l’incontro di una commissione con il Prefetto per esporre la grave situazione. Giunto sotto la Prefettura, il corteo fu fatto arretrare dalla polizia e senza motivazione cominciò un fitto lancio di bombe lacrimogene. A questo punto la forza pubblica si schierò nella strada su due file…” e prese “a sparare all’impazzata. Poco dopo si contavano fra gli operai un morto – Ugo Schiano – e sei feriti. (dalla Guida ai monumenti della memoria nel Comune di Pistoia – Ed. del Comune di Pistoia – 2005).

Il giorno del funerale, il 18 ottobre, fu sciopero generale in Toscana e migliaia di persone accorsero alle esequie.

L’iniziativa di commemorazione è realizzata dal Cudir, Comitato unitario per la difesa delle istituzioni repubblicane.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento