PALAZZINI (CASAPOUND): «IMBRATTATE QUATTRO SEDI»

Nella notte tra il 9 e il 10 settembre. «Antifascisti esecutori, Anpi e Rossi mandanti morali»
Scritte e offese a Chianciano. 1
Scritte e offese nelle sedi CasaPound. 1

CHIANCIANO. Quattro sedi di CasaPound Toscana sono state vandalizzate, nella notte tra il 9 e il 10 settembre, da militanti antifascisti. Le sedi di Lucca, Pescia, Pistoia e Grosseto hanno subìto imbrattamenti con letame e vernice rossa mentre tutti i militanti di Cpi sono impegnati nella Festa Nazionale di Chianciano Terme e sui luoghi del recente terremoto.

“Evidentemente in Toscana esiste qualcosa simile alla mafia: si chiama antifascismo. E come la mafia – dichiara il responsabile regionale di CasaPound Toscana Eugenio Palazzini – colpisce sempre di notte e alle spalle. Questo è il livello dell’estrema sinistra toscana. I ‘soliti ignoti’ sapevano che CasaPound Italia era impegnata ad Amatrice per il terremoto e a Chianciano Terme per la festa nazionale del movimento ed hanno aspettato che fossimo a centinaia di chilometri di distanza per colpire muri, vetrate e saracinesche: la gravità nonché l’infamia del gesto e la codardia di chi sa che non avrebbe rischiato di trovare qualcuno ricordano tantissimo gli attentati della mafia contro chi si rifiuta di pagare il pizzo.”

Scritte e offese a Chianciano. 2
Scritte e offese nelle sedi CasaPound. 2

“Questa – continua la nota del coordinatore regionale di Cp Toscana – è la conferma di come l’antifascismo sia incapace di creare un qualche progetto credibile, ma è anche la conferma che se gli antifascisti sono gli esecutori materiali, ci sono anche mandanti morali ben precisi che prima provocano ad arte questo clima di odio e tensione salvo poi starsene zitti e guardandosi bene dal condannare i danneggiamenti.”

“Così come Enrico Rossi e l’Anpi hanno più volte chiesto che ci fosse impedito di organizzare la nostra tre giorni nella città termale – conclude Palazzini – sarebbe gradita una parola o un gesto di solidarietà nei nostri confronti e di condanna per i vigliacchi, ma siamo certi che si chiuderanno in un silenzio tanto assordante quanto eloquente sul loro pensiero. Comunque di una cosa possono esseri sicuri già da ora, cioè che a questi gesti CasaPound risponderà come sempre: con l’impegno, il volontariato e l’aiuto concreto agli italiani. Nel frattempo i nostri militanti, ripartiti da Chianciano, hanno provveduto o stanno provvedendo a ripulire le sedi.”

[casapound italia toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

One thought on “PALAZZINI (CASAPOUND): «IMBRATTATE QUATTRO SEDI»

  1. Credo non ci siano più dubbi sul fatto che i fascisti , gli estremisti , ma quelli VERI sono altri …… ossia i finti comunisti o quelli che si ritengono tali. L’Obbrobrio della società contemporanea che si diletta ad interpretare il ruolo del buonista.
    Se sapessero cosa significa realmente essere “comunista” impallidirebbero dal terrore.

Lascia un commento