“PERCHÉ NON CENTO?”, LE POESIE DI PAGANI

Prima pubblicazione per il fiorentino che, oltre la poesia, ha nell’anima anche la musica

Copertina libro PaganiFIRENZE. Ho appena pubblicato il mio primo libro di poesie dal titolo “Perché non cento?” con Alter Ego/Augh Edizioni di Viterbo, uscito il 31 marzo.

Sono novantanove poesie legate tra di loro attraverso giochi di parole, calembours, rime, anagrammi, e versi liberi, in un tentativo di scoprire nuove forme di scrittura caratterizzate da guizzi romantici, concessioni goliardiche, ed improvvisazioni metriche.

Stile: poesia pseudo–sperimentale.

Alcuni brevi estratti:

  1. La folla è folle perché la massa è mossa / dal desiderio di desiderare / saggio è quel seggio che nel suo passaggio / vede e giammai divide il cielo dal mare…
  1. Indi via è l’invidia, alla base del testo,: “Oh te… Remo… otteremo il gesto”? Periremo remando, se Re mando al suo trono, torno Rom o lottando, io tramando il suo dono…
  1. Io mi dico maledico ma le dico: “Lei mi celia, mia Alice, lei mi modica e lo dice”! Poi mi cala il di lei calice, in quel dì di lode a Cadice; io mi dico: “Lì c’è il docile”! Rimettendo a posto il focile…
  1. Luci di stelle lucide stelle / si desta d’ali d’estate il lido / lui dista cieli di steli decisi / celesti distese e stili delusi / scelti da illuso stolto e colluso / coll’uso si tedia solo l’ottuso / so tutto orsù sorridi sol tu / tu sol tanto io poco do / Re mi fa sol-e suona medesimo / andiamo mes enfants: Luigi XIV

Retro copertina PaganiBiografia autore

Alessandro Pagani è nato nel 1964 a Firenze, dove vive e lavora nell’Azienda sanitaria locale.

Appassionato di poesia da sempre, ha fatto parte negli anni 80 del movimento artistico underground fiorentino “Pat Pat Recorder”.

Nel 1988 inizia un percorso come musicista con svariati gruppi tra i quali gli Stropharia Merdaria, i Parce Qu’Il Est Triste, gli Hypersonics (con cui ha partecipato ad Arezzo Wave), i Subterraneans e successivamente con i Valvola, insieme ai quali fonda l’etichetta discografica Shado Records. Attualmente è batterista della desert rock band Stolen Apple.

Perchè non cento? edito da Alter Ego, è la sua prima pubblicazione, dopo il libretto autoprodotto del 2011 “Le domande improponibili” (tutto quello che avreste voluto sapere sulle risposte, e non avete mai osato chiedere).

Alessandro Pagani

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento