politica. O CAPITANO, MIO CAPITANO

Un comunicato dell'ex on. Maurizio Bianconi
Arcore, la villa di Berlusconi

PISTOIA—ROMA. Riceviamo il comunicato stampa del già On. Maurizio Bianconi che segue:

O Capitano, mio Capitano. La cosa che non andava bene fin dall’inizio era l’alleanza con FI e B, nemici di ogni cambiamento antifinanziarista e alleati di Renzi.

Questa vicinanza scelta per calcolo elettorale rendeva poco credibile la volontà di cambiamento.
Il tempo sembrava aver ridotto i margini della nefasta intesa nazionale, lasciando poi alle realtà locali valutare le opportunità e le modalità di patti elettorali e di governo.

L’onorevole Bianconi

Purtroppo oggi assistiamo a un passo indietro importante.

1) La resurrezione della cena di Arcore (rito primitivo che si sperava abolito), dove fra due pennette al pomodoro, il fantastico gelato di Michele e una messe di barzellette ascoltate e riascoltate – con risata finale prolungata e obbligatoria – si decidono le sorti della nazione, come nel più anacronistico dei despotismi, ancorché soft e di certo, non violento.

2) Si rinnova il “io do una cosa a te e te continui a farmi fare i miei interessi come facevo con Craxi, Monti, Letta, Renzi, Gentiloni”.

3) Si rinverdisce il patto elettorale nazionale e lo si trasferisce anche sulle alleanze locali (anche a conferma di un cordone ombelicale intangibile).

Non ci siamo: da Capitano a sergente è un lampo.

Trovarsi col sedere in terra un baleno.

E sai che tonfo!

[maurizio bianconi — comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento