pre-apertura caccia. VERDI: «SICCITÀ E INCENDI, NECESSARIO RIMANDARLA»

«Atc e Provincia immettono nel bosco fagiani e lepri che andranno a soffrire inutilmente, affaticati dalla mancanza d’acqua»

 

Andrea Fusari, Fabrizio Geri e Serena Galligani

PISTOIA. Alle soglie della pre-apertura della caccia, noi Verdi non possiamo non lanciare alle istituzioni un forte appello alla responsabilità, diretto in primis al Presidente della Regione Rossi e a quello provinciale Vanni.

Viste le preoccupanti condizioni di siccità e incendi diffusi, per cui da più parti si richiede lo stato di calamità, appare più che ragionevole non solo rimandare la pre apertura ma anche mettere in discussione l’apertura vera e propria, in attesa di migliori condizioni climatiche.

Si tratta di una necessità oggettiva, dettata dal fatto che non piove da mesi: le specie di animali immesse, come fagiani e lepri, da Atc e Provincia sono stressati (più che selvaggina sembra di vedere nel bosco veri e propri polli) e affaticati dalla mancanza d’acqua al punto che gli stessi cacciatori vengono visti nelle campagne a foraggiare gli animali lasciando del cibo.

In tale contesto risulta indispensabile anche uno scatto di responsabilità da parte delle associazioni venatorie: i loro cugini pescatori stanno portando in salvo i pesci, trasportandoli dalle secchezze delle medie valli in alto dove ancora scorre un po’ d’acqua.

I cacciatori dovrebbero essere i primi a convenire su questa posizione di buon senso: potranno comunque andare all’estero, come hanno sempre fatto, e divertirsi là a sparare alla fauna.

Il Montalbano sta in queste ore bruciando mentre la Provincia, che pure non ha risorse per prevenzione e il controllo del territorio, immette inspiegabilmente animali che andranno a soffrire inutilmente in campagne privo di cibo e protezione.

Serve urgentemente un atteggiamento di maturità da parte di tutti: non è assolutamente ammissibile la pre apertura della caccia in queste condizioni. Attendiamo che gli enti preposti ne prendano atto e agiscano di conseguenza.

[Verdi Pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento