prostituzione cinese. SEQUESTRATO UN APPARTAMENTO E ESPULSA UNA DONNA

L intervento della Investigativa della Polizia Municipale
Prato, la sede del comando della Polizia Municipale

PRATO. Ieri mattina gli agenti della Investigativa della Polizia Municipale di Prato, impegnati nel contrasto alla prostituzione cinese nel centro di Prato, hanno sequestrato le due stanze in cui viveva, ed esercitava, una cittadina cinese.

La donna Z.L. di 44 anni. viveva in un fondo commerciale trasformato abusivamente in abitazione (e per questo è scattata una seconda denuncia penale) ed affittato dalla società immobiliare proprietaria ad un cinese che lo aveva messo a disposizione della donna.

Il cittadino cinese L.W. di 43, regolare sul territorio italiano, è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione clandestina.

L’appartamento, e già oggetto in passato di controlli della U.O. Edilizia per violazioni amministrative, è stato messo sotto sequestro. La donna, già espulsa amministrativamente alcuni anni fa ma ancora in Italia, è stata messa a disposizione della Squadra Espulsioni della Questura di Prato che questa mattina l’ha trasferita presso il Centro per il Rimpatrio di Roma per il successivo rimpatrio coatto.

[comune di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento