QUALITÀ IN AGRICOLTURA, LA BATTAGLIA DEL M5S

In consiglio regionale è stata bocciata la mozione sull'inquinamento da fitofarmaci
Fitofarmaci e pesticidi sono letali

FIRENZE. Il Consiglio regionale boccia la mozione presentata dal gruppo del M5S in merito all’inquinamento da fitofarmaci in Toscana, con particolare riferimento all’area di Pistoia. “Volevamo – spiega il consigliere regionale Giacomo Giannarelli – fossero introdotte norme specifiche indirizzate a correggere le pratiche vivaistiche tramite la limitazione di diserbanti o l’individuazione di prodotti con un grado di tossicità minore”.

La mozione richiamava infatti la necessità di promuovere soluzioni alternative da sottoporre alle società chimiche per superare la produzione di sostanze inquinanti come il roundup e il glifosato. “Ma soprattutto – prosegue Giannarelli – chiedevamo l’immediata revoca del decreto del presidente della giunta regionale contenente il piano di utilizzo per l’impiego sostenibile dei prodotti fitosanitari, fertilizzanti e disposizioni per la perimetrazione.

Prendiamo invece atto – conclude l’esponente 5 stelle – che ancora una volta la maggioranza a guida Partito democratico non ha a cuore il benessere dei cittadini e il miglioramento della loro qualità di vita”.

[bernardini —m5s regione toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento