quarrata-publiacqua. ANCHE IL SINDACO CON LEGAMBIENTE

Mazzanti a favore di un “percorso partecipato” che prevede la collaborazione tra enti preposti e cittadini per la sostituzione del tubo di amianto entro il 2017
La conferenza stampa di Legambiente Quarrata 1
La conferenza stampa di Legambiente Quarrata. 1

QUARRATA. [A.B.] In via IV Novembre ieri pomeriggio nel corso della conferenza stampa promossa da Legambiente Quarrata riguardo all’ennesimo guasto sulla rete cosidetta “Dn 250” che porta l’acqua da Agliana e Quarrata alla fine Daniele Manetti (presidente di Legambiente Quarrata) è riuscito a strappare al sindaco Marco Mazzanti la sua approvazione ad un percorso partecipato con i cittadini e i vari enti perché si arrivi entro il 2017 alla sostituzione del tubone in cemento amianto dal quale sta passando l’acqua che arriva nei rubinetti di gran parte dei quarratini.

Manetti e Niccolai con Mazzanti e Innocenti
Manetti e Niccolai con Mazzanti e Innocenti

“Con l’impegno che il sindaco ha preso davanti a noi – ha dichiarato Daniele Manetti – come Legambiente diventiamo una forza determinante per questa problematica. Inoltre abbiamo annunciato l’apertura dello sportello Amianto per tutta l’area vasta.

“Al sindaco che si è impegnato a chiedere a Publiacqua la sostituzione del tubone d’amianto entro il 2017 ho risposto che di discorsi se ne fanno tanti e quindi ho chiesto garanzie.

“Come associazione ci siamo impegnati a portare avanti assieme al sindaco Mazzanti il problema: abbiamo richiesto di poter partecipare alla prossima riunione e a tutte quelle che seguiranno insieme a Ait (Autorità Idrica Toscana), Publiacqua, comune di Quarrata e Asl 3 perché la stessa Publiacqua deliberi il finanziamento per la sostituzione del tubone nel 2017 e si arrivi ad un cronoprogramma dei lavori che dovranno essere rispettati mese dopo mese.

La conferenza stampa di Legambiente 2
La conferenza stampa di Legambiente. 2

“Abbiamo richiesto che sia prevista la collaborazione piena di Legambiente Quarrata che potrà intervenire ogni volta che i lavori si fermeranno a causa della burocrazia e di tutti gli altri cavilli. Saremo garanti inflessibili con l’obiettivo di vedere realizzati quanto prima i lavori previsti nei tempi stabiliti”.

Nel corso della conferenza a cui hanno preso parte anche Massimo Niccolai, Marco Gori, Fausto Dalì, i consiglieri comunali Lisa Innocenti e Ennio Canigiani e altri ancora si è parlato anche della nuova tecnologia per l’incamiciamento (relining) dei tubi di amianto e della necessità come Legambiente di portare avanti alcuni programmi di prevenzione.

“Il sindaco – ha spiegato Daniele Manetti – ha alla fine accettato le nostre condizioni e le nostre richieste”.

La nostra tenacia come Legambiente – ha concluso – è immensa e difficilmente qualcuno potrà fermarci! Credo che riusciremo così facendo a sostituire il tubone. È una questione che riguarda comunque la salute di tutti i cittadini”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “quarrata-publiacqua. ANCHE IL SINDACO CON LEGAMBIENTE

  1. mi è garbato quando intervistato da tvl ha detto che”avevano un mezzo che andava bene per costruire i castelli di sabbia”…credo si chiami COLELLA la ditta che esegue le riparazioni per publiacqua

Lascia un commento