SERIE C, PISTOIESE ESCLUSA DALLA COVISOC

È stata al momento respinta l'iscrizione degli Arancioni al prossimo campionato di calcio 2018-2019. L'intervento di Jacopo Vespignani: "Non giocare al Marcello Melani, per la Pistoiese, i tifosi e la città tutta, sarebbe una sconfitta, che dobbiamo assolutamente evitare"
Stadio Melani: intanto partiamo da qui

PISTOIA. Tra le dieci società di serie C escluse dal prossimo campionato di calcio dalla Covisoc, la commissione che vigila sui conti delle società calcistiche, ci sarebbe anche la Pistoiese.

Oltre agli arancioni sarebbero interessate dal provvedimento anche la Reggiana, Mestre, Matera, Fidelis Andria, Lucchese, Juve Stabia, Trapani, Cuneo, Triestina e Monza.

Ora c’è tempo fino alle 19 di lunedì 16 luglio per mettersi in regola e presentare ricorso presso la Commissione competente. Bisognerà poi attendere venerdì 20 per conoscere l’esito definitivo del commissario straordinario della Figc riguardo alla concessione delle licenze nazionali.

Il motivo dell’esclusione della Pistoiese? Probabilmente alcuni piccoli problemi infrastrutturali allo stadio “Marcello Melani” comunque già risolti.

Sulla decisione della Covisoc interviene il consigliere Jacopo Vespignani:

Leggo con stupore il comunicato della Covisoc che avrebbe preliminarmente escluso la Pistoiese dal Campionato di Lega Pro per la prossima stagione.

Mi sono attivato e mi sto informando per capire se i problemi, come credo, riguardino l’annoso problema dell’agibilità dell’impianto in merito anche alle prescrizioni a carico dell’Ente e dell’utilizzatore nel verbale della Commissione Provinciale per la vigilanza Locali di pubblico spettacolo n.13/758 del 21/08/2016

Iacopo Vespignani

Lo stupore aumenta in considerazione del fatto che proprio la scorsa settimana mi sono recato presso il “Servizio lavori pubblici, patrimonio, verde e protezione civile” per parlare con l’ufficio “Edilizia e patrimonio” che segue la pratica per la parte competente.

Nonostante i risaputi problemi, nonostante fossero emerse mille preoccupazioni e dubbi sul futuro dell’impianto, tra deroghe in scadenza per ogni settore, e interventi strutturali improrogabili, avevo avuto rassicurazioni sull’esito della questione in oggetto, e quindi sulla conclusione positiva dell’iter almeno per la stagione sportiva 2018/19.

Da ieri sera, in tarda serata ho iniziato a ricevere chiamate, messaggi whatsapp da parte di tifosi che preoccupati mi chiedevano conto della situazione, anche in virtù di quello che avevo affermato mercoledi scorso durante la trasmissione Orange Station. Ovvero che la situazione stava volgendo positivamente al termine.

Da quello che ho potuto constatare, l’Assessore è attivo su questo fronte, e non può essere altrimenti, e insieme agli uffici stanno lavorando per risolvere la situazione entro i termini imposti dalla Lega.

Non giocare al Marcello Melani, per la Pistoiese, i tifosi e la città tutta, sarebbe una sconfitta, che dobbiamo assolutamente evitare.

Subito dopo dovremo improrogabilmente iniziare una repentina discussione su cosa vogliamo fare dello stadio e qual è il ventaglio delle soluzioni praticabili.

Ho posto il problema fin dal primo giorno dell’insediamento, ho continuato e continuerò a stimolare l’amministrazione su questo come su altre questioni legate allo sport, in modo che si giunga alla soluzione di uno dei tanti problemi mai affrontati definitivamente.

Nel frattempo, con immutata speranza, attendo buone nuove sul fronte bando Legno Rosso. 

[Andrea Balli]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly

Lascia un commento