stadio melani. COMUNE E US PISTOIESE 1921 AL LAVORO PER UNA RAPIDA SOLUZIONE

Allo studio del Comune gli interventi necessari a garantire che la squadra giochi il campionato 2018/2019 a Pistoia.. Il Sindaco Alessandro Tomasi: «Continueremo a lavorare con il massimo impegno per adempiere alle recenti disposizioni, così come abbiamo fatto in questo ultimo anno». Il Presidente Orazio Ferrari: «Preoccupati ma anche molto fiduciosi. Abbiamo ricevuto la piena collaborazione da parte del Comune e questo ci rassicura. Siamo tutti al lavoro per un unico obiettivo»
La conferenza stampa

PISTOIA. Il Comune di Pistoia e la società Us Pistoiese 1921 sono al lavoro per individuare una rapida soluzione che permetta alla squadra della città di disputare il Campionato 2018/2019 allo stadio comunale Melani.

Dalla Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo riunitasi il 9 luglio scorso per esaminare l’agibilità dell’impianto sportivo, sono state infatti indicate una serie di prescrizioni necessarie all’utilizzo dell’impianto per il prossimo campionato, ed è proprio a seguito della valutazione della Commissione provinciale che la Covisoc (Commissione di vigilanza sulle società di calcio professionistiche) ha riscontrato il mancato rispetto dei criteri infrastrutturali dello Stadio Melani, sospendendo l’iscrizione della Us Pistoiese al campionato di serie C.

La società tuttavia ha già trovato uno stadio alternativo, quello di Pontedera, valevole per l’iscrizione. Adesso il Comune di Pistoia è al lavoro, insieme alla società, per adempiere alle recentissime prescrizioni affinché la Pistoiese disputi il campionato a Pistoia.

Un obiettivo, questo, ribadito stamattina in conferenza stampa dal Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi e dal Presidente della Us Pistoiese Orazio Ferrari.

Stadio Melani:

«Nell’ultimo anno l’amministrazione comunale – dichiara il Sindaco – ha lavorato con il massimo impegno per dare risposta a molte delle prescrizioni della precedente Commissione Provinciale di Vigilanza. Garantiamo adesso lo stesso impegno per riuscire a far fronte anche alle recenti disposizioni, com’è necessario fare. I tempi sono strettissimi ma siamo già al lavoro con i nostri tecnici per individuare una rapida soluzione».

Tra le prescrizioni da ottemperare ci sono interventi in ordine alla sicurezza all’interno dello stadio, come la disposizione di divisori e i separatori di folla all’ingresso ospiti, mentre sono già stati realizzati alcuni interventi come il rafforzamento dei parapetti in acciaio.

«Siamo preoccupati ma anche fiduciosi – spiega il Presidente Orazio Ferrari – La società è in perfetta regola con tutti gli adempimenti economico finanziari e con la parte gestionale. L’unico problema riscontrato è quello sullo stadio.

Mentre prima Covisoc entrava nel merito dei verbali della Commissione di Vigilanza, esprimendo come ultimo soggetto parere sull’iscrizione, da quest’anno, per la prima volta, Covisoc non valuta più la singola prescrizione ma si basa sulla comunicazione complessiva di agibilità. Con il pieno aiuto del Comune, cercheremo di raggiungere l’obiettivo di giocare a Pistoia, che per noi è indispensabile».

Nella comunicazione di ieri firmata da Covisoc, viene espresso il pieno rispetto da parte della Us Pistoiese dei criteri sportivi ed organizzativi ai fini dell’ottenimento delle licenze nazionali e dei criteri legali ed economico-finanziari ai fini dell’ammissione al campionato.

[comune di Pistoia— società us pistoiese 1921]

 

SERIE C, PISTOIESE ESCLUSA DALLA COVISOC

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento