“2015 ODISSEA NELLO SPAZIO” DELLA SANITÀ FIORENTINA

Rossi e fido MarroniFIRENZE. Il presidente Rossi e il suo “fido” assessore Marroni non perdono occasione di stra-parlare dell’efficienza sanitaria toscana. Questa invece è la realtà vissuta dai cittadini… Tempi di attesa e 258 euro per vaccinazione completa!

Il Comitato 21 Marzo rende noto le vicissitudini incontrate da una mamma fiorentina per poter effettuare il vaccino contro la meningite di tipo B alla figlia di 18 mesi.

Questo è quanto ci ha scritto Stefania:

Sono una mamma fiorentina di una bambina di diciotto mesi.

Avendo letto e sentito dell’allarme meningite di tipo B, ho deciso di informarmi per cercare di comprendere se fosse più o meno opportuno fare tale vaccino a mia figlia.

All’inizio ero un po’ scettica in quanto è stato scoperto poco più di un anno fa.

In effetti ho pensato che ci fossero dei motivi di carattere economico dietro a questo allarme ma, dopo essere stata consigliata anche dalla pediatra, mi sono rivolta al numero che lei mi ha dato, un numero telefonico Asl 10 (055 6939580) dedicato esclusivamente agli appuntamenti per suddetto vaccino.

Nonostante che ci fossero solo degli orari e dei giorni ben precisi in cui chiamare (ovvero il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18), ho dovuto passare alcuni giorni e molte ore al telefono prima di riuscire a parlare con l’operatore Asl: a volte era occupato, a volte era libero ma non rispondeva nessuno e altre volte rispondeva una voce registrata che diceva di lasciare il proprio numero per essere richiamati. Insomma il 24 febbraio scorso, sono riuscita a parlare con un’operatrice – che dire burbera e scontrosa è dir poco – la quale mi ha dato l’appuntamento per sabato 9 maggio alle 13, piazza Della Piccola. Costo ticket 85 euro più altri 85 al richiamo.

Dopo aver preso l’appuntamento, mi sembrava assurdo dover aspettare tre mesi per fare il vaccino alla mia bambina visto il picco dei casi di meningite, come riporta anche la stampa, e in questo momento, così mi sono informata sulla possibilità di effettuare la vaccinazione in tempi più brevi.

Grazie ad una amica, ho saputo che il suo pediatra era fra quei dottori che hanno stipulato con la Asl “una convenzione” per l’effettuazione di questo tipo di vaccino. Ho telefonato, ho preso appuntamento e, morale della favola, oggi 27 febbraio, dopo aver effettuato il pagamento tramite bollettino postale di 56 euro alla Asl 10 (trenta minuti di attesa), ho potuto vaccinare mia figlia sborsando altri 30 euro al pediatra, totale 86 euro (un euro in più rispetto all’Asl).

Inoltre volevo sottolineare che oltre al danno c’è la beffa, poiché è gratuito solo per i bambini nati dal primo gennaio 2014, mentre per mia figlia che frequenta l’asilo nido, essendo nata nel settembre 2013, avendo una età inferiore ai due anni dovrò pagare in tutto 258 euro visto che sono previsti due richiami il cui costo è di altri 86 euro cad. Uno!

Mi dovrò poi ricordare di disdire l’appuntamento preso al Cup, altrimenti ci saranno altri euro di “penale” da pagare!

Mi domando: è possibile che per usufruire di un servizio sanitario che dovrebbe essere gratuito e che invece deve essere pagato profumatamente bisogna aspettare tre mesi nonostante si tratti di una cosa urgente?! E poi: non era forse opportuno vaccinare gratuitamente anche tutti i bambini che frequentano l’asilo nido? Stefania.

[il comitato 21 marzo gavinana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on ““2015 ODISSEA NELLO SPAZIO” DELLA SANITÀ FIORENTINA

  1. Guardate la faccia di rossi, sembra dallo sguardo perso nel vuoto che si stia domandando, ma chi sono cosa faccio e soprattutto da dove vengo? Io rossi enrico, uomo del popolo che riesco con 3 e dico 3 parole a dire quello che non riesco a capire nemmeno io quando sono concentrato al massimo e che mi faccio spiegare da marroni il quale a sua volta non avendo capito di cosa parlavo annuiva con senso di servilismo nei miei confronti, chiedendomi in privato, ma enrico cosa dicevi a proposito della sanita’ toscana che vorresti privatizzarla o renderla efficiente? marroni ho risposto, non ho mica capito la domanda, posso scegliere la busta numero 3? Grazie. Bando alla satira, ma veramente possiamo pensare che questo illustre nulla facente e nulla tenente che risponde al nome di enrico rossi possa continuare a fare il governatore della Toscana senza sapere nulla di cosa succede nella realta’ di tutti i giorni ai cittadini che devono lottare contro tutto e tutti? Come diceva il Grande TOTO’, MA MI FACCIA IL PIACERE, SIGNORI SI NASCE E IO LO NACQUI MODESTAMENTE!!!

  2. Sono un uomo di quasi sessantaquattro anni, e quindi non essendo direttamente toccato dal problema esposto dalla signora, avrei anche potuto passare oltre. E invece no! Non so perché, magari, ma mi è venuto spontaneo calarmi nei panni della signora scrivente ed incavolarmi anche di brutto. Spero fortemente che questo intervento sia letto e meditato da tanti, e sollevi una bella levata di scudi contro questa cappa di ipocrisia e di falsità che avvolge la politica toscana, in particolare quella sanitaria. E che non ci si faccia infinocchiare dalle tante promesse e sviolinate che inevitabilmente sentiremo, avvicinandosi il periodo elettorale.
    Piero Giovannelli

Lascia un commento