TORNA, A CASAL, L’AVVISTATOR DE’ MURI

E I TEMPI SI FAN SEMPRE ASSAI PIÙ DURI

 

 

«Su e giù Casale e Baco» è un detto antico.
Or uno assai più nuovo si prepara:
si parla di un avvistator nemico,
che vede muri e poi gli fa la tara.

Averlo tra i coglion, proprio è una bara.
Lui seppellisce e non gli importa un fico.
Tronca l’ossa di tutti e fa cagnara,
colpisce il fratacchione e il bolscevico.

Solo che ormai non più al veder si attiene:
ha iniziato a scoprire, poerannói,
anche quel che non c’è. Nelle sue vene

c’è sangue d’indovino: e vacche e bòi
è capace a scoprir e a infligger pene.
Si pòl dì solamente oioi-oiòi!

             Speriam che ’un tocchi a noi
far la fine del bravo don Chisciotte:
perché lui vede tutto anche di notte!

             E se ti piglia a botte,
son seri guai. Tu ti ritrovi a letto
– e non sotto le stelle a Montaletto.

             Questo bell’angioletto
ti fa finire dritto, mondo boja,
al Sant’Jacopo bello di Pistoia!

Il solito Bitta
di Ponte Stella

Ma Montaletto… deriva il proprio nome da «monta a letto»?


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email