65° ANNIVERSARIO DALLA MORTE DI CURZIO MALAPARTE, IL COMUNE COMMEMORA LO SCRITTORE E INAUGURA LA NUOVA SEGNALETICA DEL SENTIERO

La nuova segnaletica è stata realizzata dall’assessorato al Turismo del Comune di Prato in collaborazione con il CAI e con l’associazione “Curzio Malaparte, pratese nel mondo”. L’assessore al Turismo Gabriele Bosi: “In occasione del 65° anniversario dalla morte di Malaparte inauguriamo la nuova segnaletica che valorizza il percorso che porta qui, sul monte Spazzavento e al Mausoleo dedicato allo scrittore pratese”

Il mausoleo di Malaparte

PRATO. Ieri mattina, in occasione del 65° anniversario dalla morte di Curzio Malaparte, una delegazione comunale si è recata sulla sommità di monte Le Coste per commemorare lo scrittore pratese morto il 19 luglio del 1957.

Sulla cima di quello che ai più è noto come monte Spazzavento, infatti, nel 1961 fu realizzato un mausoleo intitolato allo scrittore e saggista, per conservarne la memoria e per onorare la volontà espressa nella sua opera Maledetti Toscani, in cui scrisse …e vorrei avere la tomba lassù, in vetta allo Spazzavento, per sollevare il capo ogni tanto e sputare nella fredda gora del tramontano.

L’assessore Bosi con la nuova segnaletica

Una volta deposta la tradizionale corona d’alloro in memoria di Malaparte, durante la cerimonia presieduta dall’assessore al Turismo Gabriele Bosi, è stata anche inaugurata la nuova segnaletica del sentiero che porta sulla sommità del monte Spazzavento.

“Lo scorso anno, in occasione della commemorazione dello scrittore pratese Curzio Malaparte, mi ero impegnato a far realizzare una nuova segnaletica che valorizzasse il cammino che porta qui, al famoso Mausoleo sullo Spazzavento” – così ha commentato l’assessore al Turismo Gabriele Bosi, che ha aggiunto: “La nuova segnaletica è stata realizzata dall’Ufficio Turismo del Comune di Prato insieme al CAI Prato, Sezione “Emilio Bertini” 1885 e all’associazione Curzio Malaparte, pratese nel mondo.

Oltre alla segnaletica direzionale del CAI, abbiamo installato un totem all’inizio del percorso che parte da Santa Lucia, sotto Villa Filicaia, e un cartello davanti al Mausoleo. Entrambi recano il nuovo logo del sentiero e un codice QR code che rimanda a una pagina dedicata sul sito Prato Turismo.

Per questo obiettivo raggiunto voglio ringraziare l’Ufficio Turismo del mio Assessorato, il CAI e l’Associazione Curcio Malaparte per la collaborazione. Grazie anche a tutti i partecipanti alla cerimonia di oggi, tra cui la VAB, i volontari del CSN e la Polizia municipale”.

[comune di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email