A BETTI NON PIACCIONO I BLITZ DEI VIGILI AL SAN JACOPO

La Nazione, 10 ottobre 2015 - Multe al San Jacopo
La Nazione, 10 ottobre 2015 – Multe al San Jacopo

 

 

 

 

PISTOIA. Retata di contravvenzioni a carico di cittadini che andavano all’ospedale, in una città dove non ci si accorge di niente.

Carcasse di morini rubati, discariche, centinaia di venditori ambulanti, parcheggiatori abusivi, strade senza il minimo di sicurezza… ma il pensionato o il disoccupato deve per forza pagare per andare all’ospedale…

Si manda il Settimo Cavalleria grazie a una convenzione stipulata con chi ha il parcheggio gratuito e guadagna oltre centomila euro…

Viva Lucca!

Andrea Betti

INTERPELLANZA URGENTE

BLITZ POLIZIA MUNICIPALE OSPEDALE SAN JACOPO

 

PREMESSO CHE DA DETERMINA SI EVINCE:

  • l’Ospedale San Jacopo è dotato di parcheggio per esterni a pagamento, di parcheggio per i dipendenti;
  • le viabilità e le aree di parcheggio interne all’Ospedale S. Iacopo sono di proprietà dell’Azienda Usl 3, ma sono equiparate a quelle di circolazione pubblica
  • l’Azienda Usl 3 non è titolata ad effettuare controlli alla sosta e gli eventuali interventi di rimozione dei mezzi, necessari per assicurare il corretto utilizzo delle aree di fruibilità pubblica
La Nazione, 10 ottobre 2015 - Multe al San Jacopo 1
La Nazione, 10 ottobre 2015 – Multe al San Jacopo

il Comune di Pistoia si è reso disponibile a:

  • stipulare con l’Azienda Usl 3 una convezione al fine di effettuare i necessari controlli sull’area ospedaliera sia per il mancato rispetto del disco orario, sia della sosta fuori dagli spazi, sia dell’abuso del ricorso a stalli riservati a categorie protette
  • la convenzione persegue lo scopo di estendere la vigilanza della Polizia Municipale e, su
  • disposizione di questa, il servizio di rimozione sulla viabilità interna all’Ospedale San Jacopo di Pistoia ed in particolare sulle zone a fruibilità pubblica
  • tutti gli introiti derivanti dall’attività di controllo saranno incamerati dal Comune di Pistoia

APPURATO CHE

l’area sterrata di ex libero stallo è stata recintata e i cittadini sono obbligati a pagare la rendita di stallo alla società di parcheggi privati

CONSIDERATO IL BLITZ DELLA POLIZIA MUNICIPALE

EFFETTUATO il 9 ottobre 2015

SI CHIEDE:

  1. Copia dell’atto con cui i dipendenti Asl possono parcheggiare gratuitamente, in quanto di logica detto atto potrebbe essere riproposto anche per i lavoratori di tutta la città
  2. Se dirigenti Asl che guadagnano oltre centomila euro hanno anche loro il parcheggio gratuito e quali altri benefit
  3. Di argomentare in Consiglio Comunale sulla legittimità della convenzione
  4. Visto il precedente si pensa di fare altre convenzioni con altri soggetti privati e pubblici che ne fanno richiesta?
  5. Perchè si è chiuso lo sterrato?
  6. Quanti uomini e quante risorse sono impegnate per questa convenzione e con che cadenza giornaliera ci sono i controlli?
  7. A quanto ammonta il ricavato della retata contravvenzionale del 9 ottobre 2015?

Andrea Betti

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “A BETTI NON PIACCIONO I BLITZ DEI VIGILI AL SAN JACOPO

  1. Intanto, bravo Betti!
    Prima di tutto, sarebbe il caso che anche altri consiglieri si svegliassero e mitragliassero di interpellanze e quanto altro possibile il sindaco e la Giunta.
    Inutile girarci intorno. La solerzia che si dimostra in questo caso solo per favorire il “parcheggiatore” privato, mentre tante altre cose vengono allegramente trascurate e vanno a rotoli, è VERGOGNOSA.
    Se ci fosse modo di intervenire anche più pesantemente, con qualche esposto e denuncia, ad es, per altre cose che il Comune non fa e sulle quali per ora, magari, si era soprasseduto, non sarebbe male.
    Piero Giovannelli

  2. A Pistoia il parcheggio c’era, i cittadini lo avevano individuato ed usato per anni, poi dopo la tirata d’orecchie del gestore privato, è stato transennato.
    Che i voti li vadano a cercare alla GESAT la prossima volta!

Lascia un commento