A LAMPORECCHIO ARRIVANO GLI ISPETTORI AMBIENTALI

Operativi su tutto il territorio svolgeranno attività di informazione e contrasto al degrado

Entrati in funzione due ispettori ambientali

LAMPORECCHIO — FIRENZE. Di concerto con l’Amministrazione, da ieri mercoledì14 settembre, sono attivi nel comune di Lamporecchio gli Ispettori di Alia Servizi Ambientali SpA, una figura integrata con il servizio di raccolta per il decoro del territorio e, ove presenti, punto di riferimento per i cittadini, che segnalano episodi o situazioni che richiedono accertamenti e quindi l’intervento degli Ispettori stessi.

I 2 Ispettori Ambientali, in stretta collaborazione ed accordo con la Polizia Municipale, garantiranno una costante attività di presidio del territorio, con azioni di informazione, deterrenza e constatazione di illeciti contro i comportamenti scorretti verso l’ambiente cittadino.

A Lamporecchio gli ispettori saranno impegnati con un turno operativo due volte al mese e verificheranno il rispetto delle norme contenute nel Regolamento comunale sulla gestione dei rifiuti e delle conseguenti specifiche ordinanze emanate. Potranno perciò intervenire controllando il rispetto degli orari di esposizione dei rifiuti raccolti “porta a porta”, oppure ispezionando sacchi o materiali abbandonati al fine di rintracciare il responsabile e procedere con la redazione di un verbale di accertamento che potrà scaturire in un procedimento sanzionatorio ma anche fare verbali a chi butta a terra mozziconi di sigaretta o ai proprietari di cani che non raccolgono le deiezioni degli animali o sul corretto utilizzo dei cestini.

Le aree di intervento e le attività prioritarie saranno decise dal Comune in accordo con il gestore della raccolta dei rifiuti, coinvolgendo sia il centro della città che le zone periferiche.

Accertata la violazione, secondo quanto previsto dal Regolamento comunale per la gestione dei rifiuti, gli ispettori ambientali dovranno redigere un verbale di accertamento, che sarà trasmesso alla Polizia Municipale ed agli uffici competenti per la successiva notifica di pagamento.

Secondo quanto stabilito dall’art. 82 del Regolamento, le sanzioni amministrative possono variare da un minimo di 50,00 euro ad un massimo di 500,00 euro in relazione alla gravità della violazione.

Gli ispettori ambientali potranno, inoltre, redigere relazioni su specifici reati penali previsti dal D.Lgs. 152 (ad esempio abbandono di rifiuti speciali) poi trasmesse al Corpo di Polizia Municipale per la successiva attività di competenza.

[alia servizi ambientali]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email