A NATALE VINCE LA TRADIZIONE…ANCHE AL RISTORANTE

Tutto esaurito per il pranzo del 25 Dicembre nei ristoranti della provincia di Pistoia. Bene anche la cena del 31 secondo l’indagine di Fipe Pistoia
In aumento le prenotazioni per il pranzo di Natale e il cenone di San Silvestro

PISTOIA. A Natale vince la tradizione…anche al ristorante!

I pistoiesi prenotano per tempo nelle attività della provincia che registrano il tutto esaurito per il pranzo del 25 Dicembre. Molti locali sono già pieni anche per il cenone del 31, grazie ai visitatori provenienti da altre aree o da fuori provincia.

A dirlo è un’indagine svolta da Fipe Pistoia – il Sindacato in rappresentanza dei pubblici esercizi di Confcommercio – fra le proprie aziende associate nella provincia che conferma l’importanza di questi due appuntamenti per il mondo della ristorazione locale, rimandando un quadro positivo, in linea con il 2017.

Le famiglie scelgono di non allontanarsi molto da casa per Natale e privilegiano le attività vicine sia che si tratti di città, sia che ci si trovi in montagna o in campagna. In ogni caso, nessuno vuole essere impreparato e lo testimoniano le prenotazioni che sono arrivate ai locali già da settimane, se non addirittura da mesi.

Che il pranzo sia in casa o al ristorante, i pistoiesi scelgono una tavola con i piatti della tradizione e i sapori del territorio. Secondo quanto riscontrato dall’indagine di Fipe –Pistoia, oltre l’80% propone un menù classico con piccole rivisitazioni di piatti a cura degli chef.

L’indagine di Fipe

Una situazione, quella delineata sul territorio pistoiese, che si distingue in positivo rispetto al panorama nazionale: secondo l’indagine della Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi calano del -2,9% sul 2017 (pari a 4,7 milioni) gli italiani che scelgono di trascorrere una delle feste più importanti dell’anno al ristorante, e ciascuno di loro spenderà in media 52 euro, 2 in più rispetto allo scorso anno.

Resta alta la percentuale di ristoratori che in tutto lo Stivale sceglie di restare aperta per Natale (72%, in linea con il 2017) e cresce la sensibilità sul tema dello spreco alimentare, con il 66% dei ristoratori italiani che si dichiarano attrezzati per dare ai clienti la possibilità di portare a casa il cibo ordinato e non consumato.

Non si fa in tempo a lasciarsi il Natale alle spalle che già si pensa all’ultimo dell’anno. Per il cenone nella provincia di Pistoia molti ristoranti sono sold out, altri hanno quasi tutti i tavoli prenotati, altri ancora hanno una clientela prevalentemente turistica e attendono come ogni anno il last minute. Le prenotazioni – secondo quanto riportato dai dati – registrano una positiva tenuta rispetto al 2017 su tutto il territorio.

Per l’occasione i locali si preparano ad accogliere gruppi numerosi, molti dei quali provenienti da altre aree interne alla provincia o addirittura da fuori: segno che per chiudere in bellezza l’anno si è disposti a spostarsi di più per assaporare quei piatti e quelle ricette tanto desiderate.

[martini — confcommercio pt-po]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento