a onor del vero • 11. L’ITAGLIA SPIEGATA IN VIGNETTONI

PREMESSA. Il caro amico che vuole che non scriva i soliti “editorialoni” su Quarrata, il Mazzanti e la procura di Coletta, sarà accontentato anche oggi.


Tutti i coniglieri di Agrùmia hanno rappresentato la parte del cane che s’acchina in segno di sottomissione, tirandosi la coda fra gambe per pararsi le palle – anche se, di palle, ci sono solo quelle raccontate non di rado dalla segretaria generale quando nega l’accesso agli atti, il più delle volte impuri…

 

SALVE, REGINA! IN LACRIMARUM VALLE

CI SON PIÙ CANI TIMIDI CHE PALLE

 


 

Ieri, 11 ottobre, Coniglio Comunale ad Agliana

 

1. Ieri sera ad Agliana c’è stato il Coniglio Comunale (proprio coniglio, come il roditore che tutti conoscono). 

2. Sapevano tutti cos’era successo fra Ciottoli e Romiti, perché noi, cattivoni violenti e stalker di Linea Libera, avevamo spedito a tutti i coniglieri aglianesi, che dio ha messo nella melletta di Agrùmia, la querela-denuncia nei confronti dell’assessor Trapélo della Ferruccia di sopra, cioè Maurizio Ciottoli. S’era mandata anche alla Piera Salvi della Nazione.

3. Se non fosse intervenuta la comandante dei vigili, Lara Turelli, il Ciottoli avrebbe fatto democraticamente cadere e rotolare il Romiti per le scale. Eppure il Ciottoli era sempre a pappare a casa Romiti, perché amico di famiglia da sempre. 

4. Alla scena aveva assistito, ma come «convitato di pietra», lo stesso Benesperi, ufficiale di pubblica sicurezza (va detto) che, pur Pedrito, non mosse manco un dito.
Avrà denunciato a chi di dovere l’accaduto o sarà dovuto fuggire al cesso perché raggiunto da una razzata di epigastralgìa diarroica?
Vedremo cosa potrà inventare il suo avvocato per difenderlo. Scapperà fuori a dire che siamo noi che si picchia loro perché siamo dei veri squadristi?
 

5. In a onor del vero • 10. l’itaglia spiegata in vignettoni ieri pomeriggio avevo scritto: «Vedremo come reagiranno le “opposizioni” di sinistra. Se chiederanno la sfiducia dell’Assessore Crick o se faranno solo la mossa di Ninì Tirabusciò», una sculettata e via. 

Fabrizio Alfredo Nerozzi è stato promosso «assessore»…?

6. Puntualmente, nonostante tutti sapessero della querela-denuncia, il Coniglio Comunale di Agliana è stato unanimemente solidale nel non far parola dell’accaduto.
Non s’è mosso neppure l’assessore Alfredo Fabrizio Nerozzi che pure non ha un buon rapporto con il Ciottolo d’Ombrone.
Nerozzi è un capogruppo, ma è stato promosso sul campo “assessore” dal sostituto PM Giuseppe Grieco in una richiesta di archiviazione piuttosto anòmala, ma ve ne parlerò un’altra volta…

7. Riflettete, agrumiènsi della Blimunda, se vi riesce e se potete.  

8. A livello nazionale la sinistra si inventa il caso Luca Morisi per rompere i coglioni a Salvini, e approfitta dell’assalto a Landini per resuscitare il Duce e fottere la Giorgia, ma a livello locale l’opposizione di Massimo Vannuccini, l’uomo che ride; del semifreddo sellino Alberto Guercini e del 5 Stelle cripto-com Massimo Bartoli; ma anche la stessa maggioranza del cavolo – stavolta Fabrizio Baroncelli non aveva voglia di far battute sull’avvocato Topolino; e neppure gli ex-leghisti, ormai tutti sciolti e slegati – hanno rappresentato la parte del cane che s’acchina in segno di sottomissione, tirandosi la coda fra gambe per pararsi le palle – anche se, io credo, di palle ci sono solo quelle raccontate non di rado dalla segretaria generale quando nega l’accesso agli atti, il più delle volte impuri. 

Massimo Vannuccini nella parte del «personaggio muto» della tragedia greca?

9. Se dinanzi a un fatto di inusitata gravità come questo, fanno tutti finta di niente come la prostituta che scopa mangiando una mela e sputando i semi fuori del finestrino, mentre il cliente ci dà, perché lei non si accorge di nulla, come è possibile credere che la «repubblica conciliare inciuciativa» di Benesperi e Ciottoli, per la divisione della torta, non sia in pieno corso nella patria prediletta dell’Anci?

E meno male il Vannuccini è laureato in storia! Forse quella antica, come quello che scoprì nelle piramidi l’emblema della f**a.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email