a onor del vero • 32. L’ITAGLIA SPIEGATA IN VIGNETTONI

A volo radente sulle dichiarazioni del Ciottoli al Tirreno. Come Pier Capponi, quest’aquila ferrucciana della politica ha ancora il coraggio di prendere in giro Silvio Buono e di minacciare tutti, come dice lui, con i suoi avvocati. Peccato che – come al solito – se qualcuno calunnia noi non crediamo che sia l’ex leghista: che l’assessore sia manesco è fatto notorio. Del resto la vita è buffa: in genere a gridare puttana a una signora, è sempre una prostituta per prima


Per i baffi di Pedrito! Ciottolòk è inviperito. Strilla ed urla e ognun minaccia: ma ’un s’arrossa la su’ faccia…?

 

CAMMINA CIOTTOLÒK SU GUSCI D’UOVO

MA CHE SIA BUONA IDEA PROPRIO NON TROVO

 


 

Di secolo in secolo la storia si ripete

 

1. Stamattina, come Pier Capponi, Maurizio Ciottoli minaccia l’urbe e l’orbe di querele a raffica, architettate dai suoi avvocati. Quanti ne ha oltre la Cristina Meoni, un gregge, dato che è un agnellone? 

2. «Se voi suonerete le vostre trombe – urla contro Silvio Buono, ex leghista che ha dichiarato di essere stato scazzottato da costui – noi suoneremo le nostre “qverelae”!». 

3. Le cose – a quanto ci risulta – starebbero in maniera lievemente diversa. Siamo informati (non come la procura di Pistoia che, di solito, fa indagini a occhio) che non solo il cazzottone ci fu, ma che anche “qualcuno” dovette intervenire per placare le ire ciottolesche.
Ma il signor Maurizio Bottarga Ciottoli, parla quasi sempre perché ha la bocca: che è utile per magnare bavette bottargiche, ma molto di più lo è per saper stare zitti quando si sono fatte delle emerite cazzate come lui che non vuole scollarsi dal seggiolone – anche, a quanto ci dicono, con le pressioni del senatore FdI.
 

4. Non c’è niente di peggio di chi non vuole capire. Ecco che qui uno dei suoi avvocati (scelga lui qualo, dicono a Pistoia) dovrebbe consigliargli prudenza e silenzio operoso di ravvedimento.
Va detto, però, anche che gli avvocati avvocatano e guadagnano e riscuotono a prescindere…
 

Silvio Buono. Meno male che Silvio c’è…

5. Ciottoli, a sfottò come suo solito, smeleggia Silvio Buono dicendo che all’epoca fu solo una discussione animata. Sì: ma da un bel cazzottone.
E se il buon Silvio ingoiò il rospo, lo fece – a quel che si sa – solo perché la coppia d’alto affare La Pietra/Pira corse a a spompierare acqua sul fuoco come la polizia della Lamorgese sui pericolosissimi no-vax di Trieste.
 

6. Ora sarà bello vedere, con l’Agliana Civica, come farà Sylvester Stallone Rocky-Maurizio a sedersi in giunta dove il buon Buono dovrebbe prendere il posto del cattivo (secondo Pedrito) Federico Ferretti Giovannelli; e soprattutto accanto al Ciottolok, mentre in co[s]iglio la direzione d’orchestra dovrebbe passare dalla “Venezi” (Milva Pacini) a Oliviero Billi ancor debole dopo l’infezione del Covid. 

7. Attenti tutti alle… “calu[g]nae”!
Intanto stamattina Luca Pedrito Benesperi ha fatto una passata in tribunale con la sua avvocata Elena Augustin.
Ipotesi: era lì per presentare “qverelae” anche lui o per rendere testimonianza al sostituto che si occupa dell’aggressione del Ciottoli contro il nostro Alessandro Romiti?

8. Quei due più l’avvocata hanno battuto la faccia insieme poco fa. Ma ovviamente il sindaco conciliare agrumiènse filopiddino di FdI, ha fatto come Dante: non s’è curato di lui, ma è passato senza guardare.

Minchia, che amministratori/politici abbiamo nella famosa Agrùmia della professoressa Milva Maria Cappellini, alias Blimunda! 

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]



Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email