a onor del vero • 61. L’ITAGLIA SPIEGATA IN VIGNETTONI

Cittadini arrabbiati in via Burianese a Quarrata. Mancano illuminazione, fognatura, acquedotto e ci sono anche furti a raffica. Il sindaco Mazzanti ha aperto sùbito al confronto con i cittadini che protestano: tanto a lui che gliene frega?


Si pensava che con gli occhiali nuovi il sindaco vedesse meglio le anomalie e gli atti falsi del suo Comune. Una pia illusione…

 

HO LA TESTA COME UN MULO,

BURIANESI, E VI “PERCULO”

Perculare: per il significato clicca qui


Anche se tu compari a Tvl, | con il Mazzanti tu lo pigli nelle

1. Tra qualche mese questo paladino della legalità antimafia e anticorruzione lascia tutto, dopo aver avuto un aumento di indennità sindacale nonostante la nullafacenza e con la prospettiva certa di avere – come la Sabrina Sergio Gori, il precedente “sindaco inutile”, che è diventata capa dell’Asl – i dovuti riconoscimenti economici dal suo Pd.

2. Gli daranno una partecipata, a Okkióne? Quando lo facevano i Dc della prima repubblica, i Pci di Berlinguer, fra cui Mazzanti militava da giovane nelle Case del Popolo, erano tutti indemoniati e gridavano questione morale come i 5 Stelle con la famosa onestà, onestà, onestà! Ma oggi non è più il tempo di Benigni e del Berlinguer ti voglio bene, quando i comunisti erano puri e proletari. Oggi anche loro, con la Cirinnà, hanno sdoganato i lilleri nella cuccia del cane a Capalbio…

3. Perciò, cari abitanti di via Burianese, fatevene una ragione: dove c’è Barilla c’è casa e dove c’è Mazzanti c’è burraco e nient’altro. Per la fogna che vi manca, potete chiedergli di collegarvi al tubone dei Casini, 8 miliardi di lire buttate in cacca, anche reale, che ha intasato ogni cosa.
Chi fa questo – scialacquare i soldi pubblici – non dovrebbe essere arrestato da una procura, ammesso che essa fosse minimamente efficiente e attenta non solo ai “reati di opinione” di chi non la pensa come il Pd, ma anche alla gestione del sangue degli italiani?

4. Per la mancanza di illuminazione su via Burianese, si consiglia caldamente di andare a vedere cosa hanno fatto lui-Mazzanti e il suo giannizzero di un tempo – l’ingegnere fuggiasco Iuri Gelli, cognato di Dario Parrini Pd –, entrambi protettori e favoreggiatori del ragionier non-dottor Romolo Perrozzi e di un sacco di altre persone: Mara Alberti, Sergio Luciano Giuseppe Meoni e gentile consorte, Margherita Ferri: costruttori abusivi compulsivi e seriali; l’Agriturismo degli Arancini etc. etc. etc. – tutta roba che la procura pistoiese non vuole vedere.

Con Luigione sì, tu puoi parlare: | ma col rischio di farti perculare

5. In via vicinale di Lecceto e/o Bindino, località Montorio, questo signor sindaco, coltivatore diretto delle insalate antimafia alla Catena grazie al prefetto Iorio, ha realizzato un bell’impianto di illuminazione a spese pubbliche su strada privata.
La volete meglio di così? I democratici del Pd sono anche questo, se in qualche modo gliene trona conto.

6. A onor del vero, credevamo che con gli occhiali nuovi (nella foto) il Mazzanti ci vedesse di più e meglio, ma non è così. Forse a lui occorrono le montature di Mughini con tanto di barra stabilizzatrice che gli consenta il fermo-immagine e una visione equilibrata di politica amministrativa e rigore morale che non sembra possedere, se con gli abitanti di via Burianese accetta il confronto e con chi scrive mantiene il silenzio più omertoso, reticente e aromatizzato all’essenza di mafia.

7. Del resto cosa aspettarsi a Pistoia? Checché ne dica il PM Tommaso Coletta, la giustizia pistoiese non segue i casi “di piombo” come inquinamento, spaccio, tumori da avvelenamento ambientale, inceneritore, amianti, discariche, corruzione nella pubblica amministrazione (venissero a vedere i falsi del Comune di Quarrata: a iniziare dal luogotenente Salvatore Maricchiolo che perde la testa per il furto (? – quando, dove, come. E il corpo del reato dov’è?) di una chiave di una vigilA…), incompatibilità/inopportunità di magistrati che lavorano fianco a fianco con le mogli giudicesse o cancelliere nello stesso tribunale.

Illuminazione pubblica fatta dall’ingegner Gelli: e su strada privata! Per questi qui, signori Burianesi, | il Mazzanti i quattrini ce li ha spesi! | E la luce di notte brilla e dura: | tanto non vede nulla la procura…

8. Non sta punto bene, signori della legge fatta da voi stessi a misura d’uomo (da abbattere)! Poi ci sono anche altri ruoli collidenti di sostituti che moralizzano i giornalisti bastonando la loro libertà di cronaca e critica, ma favorendo l’ingresso dei clandestini in Italia con l’ipocrisia farisea della Terra Aperta (lèggasi Claudio Curreli).
Bassi profili con cui si scordano – ad esempio – le relazioni dell’Asl sulle inaccettabili condizioni igienico-sanitarie del centro di accoglienza antirazzista-antifascista di Vicofaro.

Può darsi che dopo il sindaco riesca a vedere meglio il disordine che ha nei suoi uffici

9. Quindi la legge, a Pistoia, sarebbe uguale per tutti? Che ne dite, anche voi, signori avvocati dell’ordine e membri illustri della Camera Penale che studiate le compressioni di libertà e democrazia nella Turchia di Erdoğan?

10. E si parla di Putin che aggredisce l’Ucraina? Non vi sembra che anche le «autorità costituite» come quelle che vediamo all’azione ogni giorno a Pistoia, non abbiano niente da invidiare a Vladimiro, ex-comunista e oggi vampiro?

____________________________________________________________________________________

Pèntiti, Mazzanti! Mazzanti, pèntiti!

 

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.it]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email