“A_ZERO VIOLENZA!” III EDIZIONE DEL CONCORSO DI ARCI FIRENZE

Scadono il 10 novembre i termini per partecipare al concorso grafico per realizzare un manifesto contro il femminicidio

A_Zero violenza!FIRENZE. Torna il concorso grafico “A_Zero Violenza!”, lanciato da Arci Firenze in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre e rivolto a persone di età compresa tra i 18 e i 40 anni, per la realizzazione di un manifesto contro il femminicidio e ogni forma di violenza sulle donne.

Il concorso, giunto alla sua terza edizione, con il sostegno di Unipol-Assicoop Toscana, si pone come obiettivo l’individuazione di un linguaggio creativo che condanni fermamente ogni forma di violenza sulle donne, e che offra anche uno spunto di riflessione su come le donne debbano riappropriarsi del loro ruolo di primo piano all’interno della società.

“Quello che ci interessa sottolineare – spiega Marzia Frediani, vicepresidente del Comitato territoriale di Firenze – è che il tema della violenza sulle donne non deve essere affrontato guardando solo alla sua manifestazione più eclatante, ovvero quella della violenza fisica che sfocia nel femminicidio.

È necessario prima di tutto scardinare quel radicato sistema culturale che vede la donna minacciata nella sua autorevolezza, nella sua indipendenza e nella sua libertà attraverso meccanismi socio culturali che la relegano a un ruolo di subalternità, dalla violenza economica a quella psicologica.

Per affrontare seriamente questo problema, riteniamo che sia necessario condannare con fermezza e punire ogni forma di violenza di genere, ma siamo convinti che sia altrettanto necessario indurre anche un cambio di prospettiva, ad esempio valorizzando e promuovendo un’educazione fondata sul rispetto delle diversità di genere, sulla collaborazione e sulla parità in termini di opportunità e condizioni.

Perché le donne per prime imparino a guardare a se stesse come soggetti attivi di questo cambiamento culturale, e perché gli uomini imparino che la vera forza sta nel rispettare chi si ha di fronte e accanto”.

E proprio per questo la giuria del concorso – composta da rappresentanti di Arci Firenze, delle associazioni che sul territorio fiorentino operano per l’uguaglianza di genere (Artemisia, Il Giardino dei Ciliegi, associazione Crete, Azione Gay e Lesbica) e un grafico professionista specializzato in comunicazione sociale – privilegerà quelle opere che prenderanno le distanze dall’immaginario, ormai stereotipato, che enfatizza l’essere vittima della donna e che si focalizza troppo sull’aspetto della violenza fisica, affrontando invece il tema tentando di individuare meccanismi e strumenti utili per scardinare ogni tipo di violenza e permettere alle donne di rivendicare la propria libertà.

Il bando (consultabile sul sito www.arcifirenze.it) scadrà il prossimo 10 novembre e l’opera vincitrice sarà diffusa nelle oltre 250 basi associative (Circoli, Case del popolo, Sms e associazioni culturali) affiliate all’Arci di Firenze, mentre l’autore riceverà in premio un IPad.

[barchielli – arci firenze]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento