AAA… MONTAGNA IN SVENDITA?

Comitato San Marcello Piteglio Liberi: “’l’intento è quello di delineare nuovi confini comunali, per ottenere un territorio omogeneo e liberarsi di frazioni che scollinano nel versante pesciatino e che per caratteristiche mal si integrano in un possibile parco”
Montagna in vendita?

SAN MARCELLO. Nella riunione di Crespole, indetta dalla locale Pro-Loco, l’argomento principale doveva essere la “Viabilità disastrata”, ma in realtà è stata sfruttata dagli amministratori intervenuti per il lancio della proposta di svendita della Montagna che non interessa.

Non a caso il sindaco di Pescia Giurlani ha parlato dell’ipotesi di annettere le due frazioni al proprio Comune, e mentre parlava con l’assenso di Marmo, mi è tornato in mente un progetto lanciato nel 2016 dalla Social Valley di Limestre, annunciato in una intervista rilasciata al Tirreno che diceva:

«Vorrei realizzare sulla montagna pistoiese una grande oasi naturale di 12.000 ettari, la più grande d’Italia, pronta ad attrarre il turismo sociale e concepita con le caratteristiche dei grandi parchi americani. Un progetto quasi visionario, se non fosse che a lanciarlo è Vincenzo Manes, fondatore e presidente di Dynamo Camp, la fondazione che si occupa di terapia ricreativa per i bambini affetti da patologie gravi».

Continuava nell’intervista: «Tornando al parco, l’idea è quella di decuplicare l’attuale Oasi di 1.200 metri quadrati, fino a comprendere un’ampia fetta della Montagna pistoiese. Manes prevede investimenti per 25 milioni con costi di appena 2,5 milioni, con un rapporto simile a quello dei grandi parchi americani. Gli occupati sarebbero circa 250, fra ranger di vigilanza, scuola di gestione forestale, bio-agricoltura, ospitalità, ricerca scientifica e didattica e sport: attività che già esistono, ma limitate ad una piccola zona».

Allora ecco che se riflettiamo l’intento è quello di delineare nuovi confini comunali, per ottenere un territorio omogeneo e liberarsi di frazioni che scollinano nel versante pesciatino e che per caratteristiche mal si integrano in un possibile parco (vedi le attività cartarie presenti su quel territorio) e dal momento che in quel tempo naufragò il tentativo di fusione tra i quattro comuni di allora (San Marcello-Piteglio-Cutigliano e Abetone) adesso si ritenta forse nella speranza che con soli due sindaci, e con l’aiuto di Regione e comuni limitrofi, si riesca nell’intento.

Per adesso si registrano i successi, quelli ufficiali, di Maeba, Tennis Club Campo Tizzoro, piscina di Maresca, a breve si passerà agli immobili di proprietà di Kme, come le ex scuole Smi, l’Albergo Tripolitania ect. ect.

È solo fantascienza ?

Comitato San Marcello Piteglio Liberi

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email