ABBANDONO RIFIUTI TESSILI, DUE INTERVENTI IN MENO DI VENTIQUATTRO ORE

Continua il lavoro della Polizia Municipale contro gli scarichi illeciti
Gianna Risaliti

PISTOIA. I vigili urbani hanno sorpreso tre uomini mentre scaricavano decine di sacchi neri sul territorio pistoiese. A distanza di poche ore sono intervenuti nuovamente sequestrando un altro furgone carico di scarti tessili in arrivo da Prato. L’assessore all’ambiente Gianna Risaliti: «Al lavoro per intensificare ulteriormente i controlli. Pistoia non può essere considerata una terra in cui scaricare impunemente i rifiuti».

Sul furgone i vigili urbani hanno trovato quarantadue sacchi neri colmi di rifiuti tessili: due tonnellate e mezzo di scarti pronte per essere abbandonate illecitamente sul territorio pistoiese.

E’ stata la Polizia Municipale di Pistoia a fermare tre uomini di origine cinese mentre stavano scaricando decine di sacchi, in piena notte, lungo via Don Siro Butelli. A poche ore di distanza i vigili urbani sono nuovamente entrati in azione intervenendo in via dei Gatti a seguito di una segnalazione arrivata al Comando. La pattuglia è prontamente intervenuta fermando l’uomo, di origine marocchina, mentre abbandonava scarti provenienti dalla lavorazione dei tessuti trasportati da Prato a Pistoia su un furgone. Un totale di 770 chili di rifiuti che sarebbero finiti lungo le strade pistoiesi come già accaduto più volte in passato.

«L’intensificazione dei controlli da parte della Polizia Municipale, guidata dal Comandante Sergio Bedessi, – dichiara l’assessore all’ambiente Gianna Risaliti – porta a questi risultati. Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti sul territorio resta ancora tristemente diffuso e per questo con il Comandante Bedessi e i vigili urbani stiamo lavorando per creare un sistema di verifica sempre più efficace. Non ci fermiamo qui, perché Pistoia non deve essere più considerata una terra in cui scaricare rifiuti e in cui riuscire a farlo impunemente».

La doppia operazione della Polizia Municipale, scattata nei giorni scorsi, ha impedito l’abbandono sulle strade pistoiesi di oltre tre tonnellate di scarti tessili. Nel primo caso, i tre uomini sono arrivati vicino al furgone, già posizionato in via Don Siro Butelli, a bordo di una Mercedes Station Wagon su cui poi, una volta intervenuti i vigili, uno di loro si è dato alla fuga a forte velocità, mentre gli altri due sono scappati a piedi. Con il secondo intervento, reso possibile grazie alla preziosa segnalazione ricevuta e scattato a nemmeno ventiquattro ore di distanza dal primo sequestro, è stata fermata una persona che adesso rischia l’arresto da tre mesi a un anno o l’ammenda da 2600 euro a 26mila.

A marzo i vigili urbani erano già intervenuti bloccando un uomo pronto a scaricare una tonnellata di sacchi neri in via di Badia. Quello dell’abbandono dei rifiuti tessili è un fenomeno ormai diffuso tra Firenze, Prato e Pistoia che l’amministrazione comunale sta affrontando insieme alla Polizia Municipale e con la collaborazione fondamentale, come dimostrato nell’ultima operazione, dei cittadini e delle loro segnalazioni.

Oltre all’attività in borghese, sono in funzione sul territorio alcune telecamere mobili di videosorveglianza che vengono installate nelle zone considerate più critiche sul fronte degli abbandoni. Il Comune è al lavoro per intensificare anche questo tipo di verifiche.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento