abetone-cutigliano. INSEDIATO IL NUOVO CONSIGLIO

La sala consiliare piena di gente

CUTIGLIANO. Ore 18 solo posti in piedi. La sala Consiliare dello storico Palazzo dei Capitani, ieri lunedì 19 giugno era piena di gente per assistere al primo storico Consiglio d’insediamento del nuovo comune nato dalla fusione “forzata” di Abetone con Cutigliano.

E nel Comune con la più alta affluenza alle urne della Toscana e tra le più alte d’Italia, con oltre il 75%, non poteva essere diversamente.

Il dato è stato rimarcato come estremamente positivo, considerando la diffusa disaffezione per la politica, negli interventi della maggioranza che in quelli dell’opposizione.

Curiosità mista anche ad un (speriamo) sano campanilismo di fazione per vedere ed assistere ad un qualcosa di diverso in una zona-feudo, quella della provincia di Pistoia e della montagna, appannaggio della sinistra o quasi.

Ma Cutigliano e Abetone fanno eccezione e qui si respira, oltre all’aria pura, quella sana aria della democrazia dell’alternanza tipica dell’America o dei paesi anglosassoni: oggi di qua, domani chissà.

Braccesi parla dai banchi dell’opposizione

Consiglio al completo o quasi con una sola assenza, notata ma peraltro giustificata, di Giampiero Danti, ex-Sindaco di Abetone, espatriato per motivi di lavoro all’estero.

Un ticket quindi a metà con il solo Braccesi ex-primo cittadino di Cutigliano e già Vicesindaco a Pistoia, nelle vesti a lui insolite di consigliere di minoranza.

Insieme a lui Deborah Rossi alla prima esperienza politica, unica presenza femminile del consiglio, omaggiata ad inizio seduta con un mazzo di fiori da parte del Sindaco Diego Petrucci.

Poi via alle formalità, con la convalida degli eletti, il breve giuramento del Sindaco e la nomina degli assessori.

Nomi e ruoli comunque già ampiamente anticipati nei giorni scorsi.

Affiancheranno il neo primo cittadino nella sua azione amministrativa, Alessandro Baracchini in qualità di Vice Sindaco, al quale è stata data la delega all’urbanistica e Marcello Danti con le deleghe al bilancio, ai lavori pubblici al personale e alle aziende partecipate.

Federico Politi, Alessandro Baracchini, Diego Petrucci e Marcello Danti

Capogruppo di maggioranza Andrea Tonarelli, mentre il giovane Federico Politi sarà il primo presidente del Municipio di Abetone.

Due ore di consiglio, in cui il capogruppo di maggioranza Andrea Tonarelli ha ricordato al Sindaco l’impegno preso in campagna elettorale di costituirsi parte civile nell’eventuale processo che vedrà imputato l’ex-Presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani, l’inventore dei Punti Ecco Fatto e delle Botteghe della Salute (chissà che fine faranno ora), accusato di peculato.

Si è parlato anche di Sanità e il Sindaco senza sollecitazioni di sorta ha ribadito l’impegno di costituire una commissione sovracomunale per l’Ospedale Pacini.

Per ottemperare all’impegno sottoscritto il 1 giugno nel corso dell’assemblea pubblica organizzata dal gruppo Vogliamo il pronto soccorso – senza virgolette n.d.r. – , ha annunciato, vista l’importanza del tema, che il prossimo consiglio comunale sarà dedicato in maniera specifica alle problematiche della sanità.

Diego Petrucci primo Sindaco del Comune di Abetone Cutigliano

Non sono mancate, fanno parte del copione, le punzecchiature e la minoranza per voce del consigliere Braccesi ha voluto stigmatizzare e sottolineare con l’espressione “una giunta a 4 zeri” alcune mancanze della maggioranza: zero giovani, zero donne, zero residenti e zero Cutigliano, se aggiungeva “zero tituli” alla Mourinho era cinquina, salvo poi proporre per la sua esperienza come Presidente del Municipio di Abetone l’assente e non proprio giovanissimo Giampiero Danti.

Una gentile ed arzilla signora dell’Abetone a fine seduta, riferendosi al risultato ottenuto dalla lista nell’ex-capoluogo “Noi bene in Comune” del ticket Danti-Braccesi, uscita sconfitta con 149 voti contro i 252 di “Noi un’altra storia”, ha seraficamente chiosato che: “se si voleva lui, lo avremmo votato”. Senza appello.

E i tanto sbandierati fondi della fusione, circa 800 mila euro? Già fumati dal commissario ad acta per ripianare il bilancio dell’anno precedente.

Ma questa è un’altra storia.

[Marco Ferrari]

abetone-cutigliano. PRIMO STORICO CONSIGLIO COMUNALE

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento