accademia. FEMMINICIDIO? SOLO UN “IDEOLOGISMO PRETESTUOSO”

Lamiae, la giovane vittima

FIRENZE-PISTOIA. È stato addirittura il Prof. Claudio Marazzini, Presidente dell’Accademia della Crusca a specificare il significato del neologismo “femminicidio”, rispondendo a una eccezione proposta da chi scrive.

Il termine ha una diffusione larga e un significato drammaticamente univoco, preminentemente ideologizzato e dunque molto strumentale.

Noi lo evitiamo e lo abbiamo evitato anche per descrivere il drammatico fatto di cronaca della giovane marocchina Lamiae che ha trovato una morte orrenda a San Mommè e un solo attimo di celebrità nella prestigiosa sala delle conferenze dell’Accademia della Crusca.

Il Presidente Marazzini ha rapidamente constatato che il termine è maggiormente presente nei motori di ricerca della rete con circa 90.000 match a fronte dei soli 6.700 del più esatto termine uxoricidio, una differenza di oltre 13 volte.

Quello che rileva – ai nostri occhi – è certamente l’atto criminale di una morte indotta in modo terribile quanto futile, ma anche il fatto che è stato perlopiù riportato dalla stampa organica con il contestato uso del neologismo, decisamente politicizzato.

Un termine che peraltro non avrebbe giustificazione alcuna, né qualitativa (la distinzione tra i generi è già essa una farsa ideologica a prescindere) e nemmeno quantitativa, proprio in relazione ai numeri di omicidi delle mogli (uxoricidi) statisticamente rilevati e che risultano essersi ridotti notevolmente, in questi ultimi anni.

Dopo le storture di parte dell’informazione non pesa meno la posizione dell’ampia platea di femministe che non si sono mai sentite in piazza a protestare per la sorte della giovane extracomunitaria trovatasi drammaticamente celebre per la morte ricevuta in un Paese dove cercava ospitalità.

Dunque, il termine “femminicidio” è solo il frutto di una mistificazione semantica, usato dalle fazioni boldriniane e gonfiato dalle rivendicazioni ideologiche della sinistra e delle femministe.

SI ricordi per il futuro, purtroppo, inevitabile.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento