AEROPORTO DI FIRENZE: MA LA LEGGE È VERAMENTE UGUALE PER TUTTI?

«È legittimo domandarsi se questi sono i numeri (peraltro forniti dallo stesso proponente) quale sia la reale necessità?»
L’aeroporto di Peretola

PRATO-PIANA. Parrebbe che solo chi ha il potere, abbia poi a discrezionalità di fare quello che vuole omettendo, bypassando, alterando i livelli decisionali, leggi direttive!

Mi domando a questo punto “quali interessi ci possano davvero essere dietro l’aeroporto di Firenze?” Infatti oltre al problema della Via a quanto risulta nell’articolo del Corriere Fiorentino, il Def quindi un documento di programmazione economica, avvalora la lunghezza tecnica della pista a 2400 m. Quindi come nella Finanziaria 2015 dove si cercò nonostante fosse un procedimento economico di far passare una deroga per non far fare la Via Ministeriale all’aeroporto.

Mi aspetto che tutte le forze politiche qui in copia si adoperino a tutti i livelli, specialmente quelle Ue perché nella finanziaria a dette del quotidiano sono previsti 150 milioni di Euro non dovuti e che il Def vuole allocare in maniera impropria.

Le 3 lettere che allego, sono esaustive, l’ultima in particolare a seguito di istanza fatta al Presidente della Repubblica, dove risponde in maniera inconsueta il Ministero delle Infrastrutture (che invece non risponde alle nostre richieste dirette) che tuttavia conferma; l’eventuale Nuovo Aeroporto deve ottemperare alle Prescrizioni Orientative e prescrittive Ue 99/3 C del 4/4/14.

Queste prescrizioni dicono chiaramente che il Nuovo Aeroporto di Firenze non può essere costruito perché in contrasto con il Regolamento 1315/2013 ovvero bacini di utenza inferiore a 100/Km/60 Minuti (fra l’altro i collegamenti Tav amplierebbero i bacini a 200 Km). Fra l’altro proprio la Gu cita al richiamo 88 che tutti gli aeroporti devono essere valutati in maniera singola, anche se già parte di gruppi/aggregazioni, quindi l’unione strategica… non conta un bel niente!

Quindi nella lettera del Ministero si conferma di rispettare i regolamenti e poi nei provvedimenti si fa tutt’altro, visto che a queste denunce fatte da noi in via ufficiale nessuno si è mai sognato di rispondere e/o smentire.

Nella “precostituita necessita tecnica” come esplicita la testata giornalistica si parla di 4,5 M passeggeri al 2029, con un volume di movimenti di questa nuova pista sempre al 2029 di 48430 movimenti come dichiarato dal proponente, ora basta fare 4,5 milioni diviso 48430 movimenti per verificare che questa e fuffa/truffa e/o scegliete voi il vocabolo appropriato. Infatti la media dei passeggeri sarebbe di 92 per volo, mentre i nuovi aerei sono da 180/200/220 passeggeri a volo, quindi o i documenti sono sbagliati (Fuffa) oppure si vuol costruire l’opera… per altre finalità, visto che i loro stessi numeri non reggono!

Da notare che l’attuale pista 05/23 utilizzata solo al 33% delle sue capacità operative nel 2016 ha fatto 28806 movimenti per 2,5 milioni passeggeri, quindi 86,7 passeggeri per volo di media.

Perciò è legittimo domandarsi se questi sono i numeri (peraltro forniti dallo stesso proponente) quale sia la reale necessità? Un nuovo aeroporto per avere 5 soli passeggeri in più per volo (quindi volando a mezzo carico) con la pista attuale sotto utilizzata del 66%?

Qualcuno parlò tempo addietro di “marchette”, è giusto allora iniziare a considerare… visto i numeri, cioè i loro numeri, che dietro davvero ci possa essere davvero dell’altro? Visto che la stampa nonostante i numeri e i provvedimenti citati, faccia finta di non vedere evitando di andare a controllare, magari smentendo pure nel merito i Comitati cialtroni? Allora perché non lo fanno? Non lo possono e vogliono fare perché anche loro sono della partita?

Coordinamento Comitati per la Salute della Piana di Prato e Pistoia
Vedi:

Leggi anche: 2015-07-16 EM to Gabriella Bruschi – Aeroporto di FirenzeAK15174AK16014AK16039PeretolaRispMin. TraspRisposta del Commissario UE Bulc Signed by M. F Cornelis SIB6184 (1)SIB6186SIH4039

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento