aeroporto. DOCCIA FREDDA SULLA STAMPA ORGANICA

FIRENZE.  Il comunicato stampa del presidente di Piana Sana Gianfranco Ciulli è dirompente, come lo sono gli atti di chi ha superato ogni pazienza.

Ciulli ha fatto almeno tre denunce alla Commissione disciplinare dell’Ordine dei Giornalisti per delle violazioni riconducibili alla deontologia professionale dei colleghi della stampa organica, accusata di coprire con delle veline di “palazzo” le autentiche minacce denunciate dagli organi istruttori. Tutto archiviato.

Noi non possiamo ulteriormente commentare, ma intendiamo ribadire che questi schermi hanno sempre accolto le dichiarazioni dei Comitati e delle Associazioni territoriali a prescindere dall’orientamento o fede politica.

Il Comunicato di Piana Sana che segue, è comprensibilmente farcito da una sana dose di indignazione per il silenzio stampa che viene assicurato dalla stampa organica sulle recenti denunce di incongruenze sulle autorizzazioni di Via delle infrastrutture dell’area di Sesto, ignorate dal Sindaco Nardella e dalla Regione Toscana.

Il giornalista Mancini su La Nazione ha lanciato un sondaggio per evidenziare il caos, il traffico etc. http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/traffico-caos-1.3189893

Però oltre alle situazioni di fatto ben visibili, non ho letto nessuna “critica strutturata” a chi ci governa da sempre e che è causa di questo generale malessere.

 Eppure ci sarebbero tante le reprimende da fare, sia come testate giornalistiche, che come singolo professionista. Ma per il “buon della pace” (leggi posizione-interesse) non si “dice nulla”, si accetta supinamente e si pubblicano “veline” senza neppure verificare e approfondire se queste hanno una fondatezza tecnica di merito.

Ora se ci si lamenta spassionatamente delle malefatte di 30 anni fa avendo noni e cognomi di allora. Perché non si denunciano oggi le scelte ridicole e ottuse e che danneggiamo il futuro?

Scelte che sono cervellotiche e per di più “strutturalmente carenti” di permessi, autorizzazioni (etc. etc. Tav, aeroporto, inceneritore). Si evita di approfondire nel “merito” come farebbero i giornalisti di una volta”!

Si aspetterà altri 30 anni per fare un bell’articoletto sensazionale, con tanto di sondaggio, fidandosi invece, di quello che ci viene oggi propinato da chi ci comanda, come toccasana di tutto, senza mai chiedere debito conto fra reali interessi pubblici o presunti e mettendosi una bella “fiorentina” alta quattro diti sugli occhi! Dal mio punto di vista, questo è proprio un bel giornalismo, da sondaggio!

Gianfranco Ciulli
Coordinamento Comitati per la Salute della Piana di Prato e Pistoia
www.pianasana.org

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento