aeroporto. “PD, LEGA E M5STELLE CANCELLANO IL PARCO DELLA PIANA PER GLI INTERESSI DI POCHI”

Fattori e Grassi (Si Toscana a Sinistra): “Continueremo a opporci, la parola fine alla vicenda non è stata ancora scritta”
Aeroporto di Peretola

FIRENZE. “Il sì alla nuova pista di Peretola da parte della Conferenza dei servizi è una pessima notizia, ma la strada per la realizzazione di questa infrastruttura, costosissima e dannosissima, resta tutta in salita e solo alla fine sapremo chi avrà vinto”. Lo dichiarano Tommaso Fattori, capogruppo di Sì-Toscana a Sinistra, e Grassi, capogruppo di Firenze riparte a Sinistra.

“In queste ore — continuano Fattori e Grassi — esponenti di ogni colore politico esultano per il via libera, anteponendo ancora una volta una scelta affaristica al bene di Firenze e dei Comuni che insistono sulla Piana. Rimarchiamo la nostra distanza dal Pd e dalla Lega, affamati di grandi e inutili opere, e dai Cinque Stelle, che nuovamente tradiscono gli elettori”.

“La Conferenza dei servizi ha dato il via libera ad un progetto sbagliato e insostenibile. Continueremo ad opporci ancora, sostenendo le mobilitazioni dei cittadini e di Sindaci coraggiosi come Lorenzo Falchi. E se i lavori partiranno, vigileremo attentamente sull’attuazione di tutte le innumerevoli prescrizioni previste dalla valutazione di impatto ambientale, inderogabili e fondamentali per mitigare l’impatto che l’aeroporto avrà sulla salute dei cittadini e sull’ambiente, un impatto comunque pesante”.

“Resta poi aperta la questione dei finanziamenti pubblici. Lo scalo fiorentino è stato ormai quasi del tutto privatizzato, ma la fame di enormi quantità di denaro pubblico da parte di Toscana Aeroporti è insaziabile. Un’ampia riflessione su questa contraddizione dovrà pur essere aperta”, concludono Fattori e Grassi.

[si toscana a sinistra]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email