AGGANCIATO CON LA BICI DA UN AUTOARTICOLATO, SE LA CAVA CON LA FRATTURA AD UN PIEDE

L’incidente avvenuto tra via dell’Industria e via Aniene nella zona industriale di Oste. Il camion in fase di svolta non si è accorto della presenza della bicicletta e l’ha agganciata

La bicicletta sotto l’autoarticolato 1

MONTEMURLO. Poteva avere conseguenze ben più gravi l’incidente avvenuto qualche giorno fa in via dell’Industria nella zona produttiva tra Bagnolo e Oste in orario pomeridiano. Un autoarticolato, che procedeva in via dell’Industria, in fase di svolta a destra verso via Aniene, ha agganciato inavvertitamente con la motrice un ciclista che procedeva lungo via dell’Industria.

Il conducente del camion, un ragazzo di 29 anni, cittadino albanese, non si è subito accorto della presenza del ciclista ed ha proseguito la marcia per alcuni metri. Il ciclista, un uomo di 43 anni di origine pakistana residente a Montemurlo, ha cercato in tutti i modi di segnalare al camionista la propria presenza, battendo le mani contro la carrozzeria della mezzo. Quando finalmente il camion si è fermato, la bicicletta era ormai sotto le ruote del camion, mentre il ciclista miracolosamente si è salvato, riportando solo la frattura di un piede.

La bicicletta

I conducenti del camion e della bicicletta sono stati sottoposti all’alcol test ma sono risultati entrambi negativi. Sul posto è intervenuta la polizia municipale di Montemurlo che ha effettuato i rilievi. Al conducente dell’autoarticolato è stata elevata una sanzione per manovra pericolosa.

«Alla base dell’incidente è probabile che ci sia una distrazione o il problema dell’angolo morto, la zona nascosta al campo visivo del conducente di un veicolo. — dice la comandante della polizia municipale, Enrica Cappelli — Gli incidenti di questo tipo si verificano soprattutto al momento del cambio di direzione (incrocio, manovra). Il pericolo è particolarmente elevato in presenza di grandi veicoli, dato che, in caso d’incidente, le conseguenze sono spesso molto gravi.

È importante dunque richiamare tutti alla massima attenzione, soprattutto gli utenti deboli della strada come pedoni e ciclisti, in questi casi dovrebbero procedere con particolare cautela».

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email