aghi & manette stronzate perfette. SE NON VUOI VACCINARTI NON FARTELO IMPORRE: MEGLIO MORIRE SANI CHE SFORACCHIATI DAI CIARLATANI

Anche a Pistoia i cittadini che non vogliono vaccinarsi hanno fatto sentire la loro voce in piazza Duomo. Non erano una folla, perché nella città Capitale della Cultura di Franceschini, i più sono terrorizzati da timori di ritorsioni se escono in piazza e protestano: nella degna tana di Vanni Fucci si può liberamente protestare solo contro il nazifascismo e con il gagliardetto dell’Anpi. E tuttavia, pur essendoci questo freno al “libero pensiero”, quei non moltissimi in piazza sono stati un successo. Almeno si è avuta la certezza che qualcuno pensa ancora con il proprio cervello e non si fida della Dittatura Sanitaria Italiana


 

Perché in Europa solo due stati idiotici (ItaGlia e Franza) e una sola provincia spagnola, vogliono imporre il Green Pass? Gli altri se ne fottono, dalla Merkel a tutto il resto. Ci sarà un motivo o no? Provate a pensare anche se avete un solo neurone e magari tre narici…

 

VI SIETE INTESTARDITI COL GREEN PASS

MA VI PORTI ALL’INFERNO SATANÀSS!

 


 

Contro il Green Pass in Piazza Duomo a Pistoia il 4 agosto

 

ABBIAMO scritto una Costituzione con il sangue, perché degli pseudo democratici da salotto, capitanati da Mani Pulite e da Re Giorgio la usassero come carta igienica?

Se non altro pensate a questo: prima di fare il vostro bene con l’ago della salvezza anti-Covid, che ha sostituito la grazia di dio, vi fanno firmare una liberatoria che salva il culo alle case farmaceutiche: se morite, cazzi vostri e tutti pari.

Perché ne hanno bisogno, di questa liberatoria, se sono davvero sicuri che questi vaccini salvano da ogni rischio? Perché in Europa solo due stati idiotici (ItaGlia e Franza) e una sola provincia spagnola, vogliono imporre il Green Pass? Gli altri se ne fottono, dalla Merkel a tutto il resto. Ci sarà un motivo o no? Provate a pensare anche se avete un solo neurone e magari tre narici

Perché non posso andare al ristorante senza Green Pass, ma se lavoro alla Hitachi entro alla mensa aziendale, mi siedo e mangio?

Hanno inventato la «variante italo-macronica», la CdC (Cazzo di Cane) che sta alla larga dalle mense aziendali, ma va ai ristoranti a rompere i coglioni ai ristoratori e ai clienti? Il virus si è, forse, politicizzato contro gli stronzi che hanno soldi da spendere (in quanto ricchi) e lasciano in pace solo i lavoratori, più modesti e poveri? Perché quel genio di Fico non vuole l’obbligo del Green Pass alla Camera? I deputati, come dicono a San Giovanni Valdarno – patria della signora Linda Gambassi – hanno forse il culo giallo e perciò sono diversi dai comuni mortali?

E perché i vaccinati se la pigliano tanto con noi refrattari alle manipolazioni destinate alle cavie? Se sono stati messi al sicuro con il vaccino, possono anche andare a Wuhan e fare le “inalazioni al virus”, perché già sono eterni.

E ora guardate queste immagini e continuate a pensare, senza portare il cervello all’ammasso, come vorrebbero queste “capocchie” che di scientifico hanno solo il piano per renderci tutti pecore obbedienti al règime, come dice il Figliuolo e Crozza lo cogliona.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]

Per le foto e i video di Pistoia grazie a Cecilia C., agente segreto…


 

SIATE OTTIMI CITTADINI:

FATE COME FANNO PRETI E MAGISTRATI

 

ll libro di don Massimo Biancalani

 

Don Massimo Biancalani disobbedisce e accoglie, catafottendosene di tutto e di tutti: il papa lo aiuta e la Regione gli sgancia fondi utili a violare la legge. La Procura non vede e non sente. È un mirabile esempio di ItaGlia, no?

Il signor Claudio Curreli, magistrato e sostituto di Tommaso Coletta nella Procura di Pistoia, al mattino lavora come pubblica accusa contro chi – come me – chiede che il Comune di Quarrata rispetti e faccia rispettare le leggi e i regolamenti edilizi; e al pomeriggio, tolta la toga, si dedica anima e còre al coordinamento della rete Terra Aperta, che favorisce i disobbedienti alla Biancalani. Nessun conflitto d’interesse, perché lui non si chiama Silvio di Arcore.

Claudio Curreli è coordinatore della rete Terra Aperta

Perché, allora, io sarei un cittadino da condannare e rinchiudere per 104 giorni agli arresti domiciliari, mentre loro fanno quel che vogliono e nessuno gli dice niente, a partire dagli pseudo-giornalisti di Pistoia?

È così, caporioni dell’Anpi, che tutti i cittadini sono uguali dinanzi alla legge come da art. 3 della Costituzione insultata e disapplicata da tutti?

 

Domanda per i politicamente corretti che saranno salvati da dio

 

È peggio scrivere cazzo, tromboviolinata, vaffanculo, non rompete i coglioni oppure vedere, sapere e tollerare in silenzio come diversi magistrati fanno la legge a loro immagine e somiglianza nell’assoluta certezza di essere impuniti e impunibili?

Non ci prendiamo per il culo, gente. Se l’ItaGlia affonda non è certo colpa dei veri laici, ma dell’ipocrisia perbenista di molti cattolici e dei democratici di sinistra, uso salvatori del mondo.


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email