AGIBILITÀ DEGLI IMPIANTI SPORTIVI: «MA L’ASSESSORE SANTUCCI DOV’ERA…?»

Manigrasso, ex-Consigliere serravallino, si pone la domanda dopo il clamoroso autogol del responsabile dello sport della Giunta Mungai
Luca Santucci
Luca Santucci

CASALGUIDI. Riceviamo da Gianni Manigrasso:

Prendo spunto dal documento prot. 47020 del 29/12/2014, apparso su Linee Future (vedi), nel quale l’Assessore Santucci comunica che ci sono degli impianti sportivi privi di agibilità, che i medesimi sono in fase di accatastamento e che non saranno messi a norma in brevi tempi perché il Comune non ha risorse per fare gli interventi necessari per renderli agibili.

Se l’assessore Santucci ha perso la bussola fra tutti gli impianti sportivi credo di fargli piacere ricordandogli i provvedimenti sotto indicati relativi agli interventi deliberati.

Vorrei che qualcuno ci spiegasse come e perché è nata la Determina nr 229 del 18 aprile 2013 in cui veniva richiesto il rinnovo dell’omologazione richiesta alla F.I.G.C. per sopralluogo quando l’impianto non ha l’agibilità. Come si fa a rilasciare tali autorizzazioni?

Inoltre con la Delibera Giunta Comunale n. 29 del 09/03/2013, si approva il progetto per realizzare un pozzo: Lavori per la perforazione di pozzo artesiano a servizio degli impianti di irrigazione del campo sportivo di Masotti e dell’area a verde in via Salici. Approvazione progetto.

Con la determina del funzionario n. 41 del 19/01/2013 si approva la realizzazione della fognatura: Realizzazione di fognatura nera per allaccio spogliatoi del campo sportivo di Masotti. Liquidazione lavori all’impresa Giovannetti s.n.c.

Con determina del funzionario n. 148 del 16/03/2012 si liquidava il professionista per il progetto per la realizzazione degli spogliatoi.

Ma l’Assessore Santucci dov’era quando tutti questi lavori sono stati deliberati e fatti? Visto che tra i vari lavori, progetti ecc. si è speso circa 400.000 € di denaro pubblico, ha anche il coraggio di dire che non ha l’agibilità?

E cosa dire della variante nel Redolone costata di circa 2.000.000 €? A noi cittadini-contribuenti piacerebbe sapere perché e per chi è stata fatta. Questi soldi potevano essere spesi molto meglio come ad esempio per fare i lavori necessari per le agibilità delle strutture sportive oppure per il famoso asilo nido…

Ma, purtroppo, fino a quando le autorità non interverranno seriamente non cambierà mai niente.

In tempi passati il sottoscritto , quale componente del Gruppo Consigliare di minoranza Serravalle Futura, consigliò vivamente l’Assessore a dimettersi per la superficialità con cui svolgeva un mandato così importante.

Oggi il comunicato citato in premessa è una riprova che “l’usato sicuro” ha le stesse caratteristiche di incapacità totale di amministrare questo Comune con trasparenza e buonsenso capace inoltre di dare seguito alle priorità nell’interesse vero della cittadinanza.

C’è solo la speranza che le autorità preposte ai controlli si attivino affinché siano individuati i responsabili di tutti questi disastri.

Gianni Manigrasso

Vedi: Serravalle-Risposta Santucci

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “AGIBILITÀ DEGLI IMPIANTI SPORTIVI: «MA L’ASSESSORE SANTUCCI DOV’ERA…?»

Lascia un commento