agliana. BASTA BUTTARE L’AMO E I PESCI ABBOCCANO

Chissà come godono Guido Del Fante, l’Eleanna Ciampolini, il Vannuccini (ma anche la Noligni & C., [nau]Fragai compreso) a sentire queste cosine! Ma io li inviterei tutti ad essere cRauti, perché in casa loro, fra i comunistelli, usa piantarsi coltelloni affilati tra le costole a ogni soffio di vento

 

Così Ciottoli su La Nazione. Poi ci accusa di avere delle fonti farlocche…

 

CIOTTOLÌK NON DIRE BALLE:

CI VEDREMO A RONCISVALLE!

 


 

Senza parole

 

IERI SERA, dopo aver letto il pezzo di Piera Salvi dall’intenso profumo d’incenso (o autoincenso, visto che parlava solo l’assessore Ciottoli) ed era tutta una tromboviolinata per la destra che assume nuovi dipendenti, mi sono messo a fare il pescatore sulla riva d’Ombrone e ho scritto a Maurizio – una volta amico e ora acerbo avversario – e al consigliere Baroncelli – quello che, al consiglio di insediamento dopo la sconfitta del Pd, parlò dell’avvocato Topolino – il messaggio che segue:

Bravi! Era ora che faceste qualcosa! L’Aveta vi ha convinto a trasformare un posto ad hoc per il suo e vostro protettissimo ex-nemico viscerale? Uno di questi giorni scrivo…

Il resto non lo riporto perché troppo personale, se permettete. Se il trio Benesperi-Aveta-Ciottoli lo vedesse stampato, mi farebbe la quarta querela della serie “tagliate la lingua a tutti”.

Dopo circa un’ora – e devo dire che non me lo aspettavo – l’assessore Ciottoli ha risposto:

Se fossi in te cambierei informatori sole bugie e cazzate.

Il messaggio l’ho letto solo stamattina alle 5:30 circa. Ma devo dare ragione a Maurizio: devo cambiare informatori perché quelli che ho, mi raccontano solo bugie e cazzate.

Infatti dove ho letto le notizie che ho commentato? Su La Nazione. E chi parlava su La Nazione? Maurizio Ciottoli, alias l’agnellone di dio che toglie le castagne dal fuoco al BenespAri, quel giovine di belle speranze che mi voleva tanto bene; che mi ha fatto leggere e correggere la sua tesi su Filippo Mazzei e che poi mi ha dato un bacino su una gota come fece l’Iscariota tra gli olivi dell’orto.

Rino [nau]Fragai. Guardatelo bene e aspettatevelo in casa di nuovo, intelligentoni!
Chissà come godono Guido Del Fante, l’Eleanna Ciampolini, il Vannuccini (ma anche la Noligni & C., [nau]Fragai compreso) a sentire queste cosine! Io, però, li inviterei tutti ad essere cRauti, perché in casa loro, fra i comunistelli, usa piantarsi coltelloni affilati tra le costole a ogni soffio di vento.

Non importa, Maurizio, cambiare informatori per sapere che la grande giunta di destra di Agliana è al coltello sotto il tavolo; e che lo scontro tra FdI e Lega è al momento che precede lo strappo del tendine. E questo sia perché la Lega e FdI hanno fatto un bel flop alle regionali; sia perché tra Luca e il suo vicesindaco, Federico Ferretti Giovannelli, non è mai corso buon sangue. E… buon sangue non mente.

Perciò, Fratelli della Costa (e non d’Italia), non fate i furbi con me. Voi credete che abbia puppato alla classica palla della seggiola, ma non è così. Tra di voi non parlate; la vostra giunta è come una pesca spiccace, divisa in due; e, come dice una mia carissima amica ungherese, che è una divina pittrice e non ha paura di niente e di nessuno, fra i politici e gli amministratori italiani c’è carenza di palle e sovrabbondanza di coglioni.

Federico Ferretti Giovannelli

Saluti all’agnellone di dio che toglie le castagne dal fuoco e a Luca il profugo. Ogni tanto, però, almeno per umana pietas, ricordatevi di quanto vi garbava stare a cena con me e con diversi altri a dire che, se foste entrati, avreste sfondato a cannonate anche la grande muraglia cinese.

Eh… quante cose si dicono, mannaggia! Ce la farete mai a lacerare un fragile imene come quello di cui si parla nella  tragedia tragedia di Ifigonia in Culide?

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Durerà poco l’art. 21. Tra giudici, destra, sinistra e centro,
non vedete l’ora di spazzare via tutto, eh?

Luca Benesperi. Ma che avrà da ridere?

 

La vostra è stata “la pesca d’igGiùnti: acqua fino alle palle e pesci punti”!


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email