AGLIANA. CARO, CARISSIMO AMIANTO

Tra le imprese di settore reperibili sulla piazza, l’interessato ha trovato ben cinque offerte, ma variabili da 30.000 a 160.000 euro
una porzione laterale del tetto danneggiato nella copertura in cemento/amianto.
Il tetto danneggiato dal vento

AGLIANA. [a.r.] La presenza del Presidente del Consiglio Comunale Fabrizio Nerozzi, sabato pomeriggio, nel parcheggio di un centro commerciale aglianese, in compagnia di un tecnico comunale e di un altro dell’Usl 3, impegnati nell’esame di detriti dispersi sul piazzale, non poteva non incuriosirci. E infatti…

Nerozzi ha precisato che si trovava lì per caso e che, dunque, non rivestiva alcuna funzione istituzionale né di lavoro (è un tecnico dell’U.O. Spill di Usl 3): ma, data la presenza di detriti di cemento-amianto, le ha dovute rivestire entrambe.

Infatti il fabbricato commerciale era stato danneggiato nella copertura, così come tanti altri, dal vento della notte di giovedì 5 e, nel piazzale, erano ancora dispersi detriti di cemento-.

Da sx: il Presidente Nerozzi, Dami (Ambiente/Comune) e l'operaio incaricato della rimozione dei detriti
Il Presidente Nerozzi, Dami (Ambiente/Comune) e l’operaio incaricato della rimozione dei detriti

L’intera provincia è soggetta a problemi di questo genere e l’Usl 3 ha emanato direttive ad hoc per ordinanze di competenza dei sindaci: peccato che il Sindaco Mangoni abbia provveduto (l’ordinanza è la numero 21) solo nella tarda mattina di sabato 7, dopo oltre 50 ore dall’evento.

Il proprietario dell’immobile, si era rivolto al Comune il giorno 5 stesso, travolto dall’emergenza dei danni sul territorio: non aveva, però, trovato alcun addetto capace di fornire istruzioni di “primo intervento” per la messa in sicurezza dei luoghi. Non aveva neppure trovato imprese capaci di provvedere alle prime opere di riassetto della copertura, gravemente.

Colpisce però scoprire che, tra le imprese di settore reperibili sulla piazza, l’interessato aveva trovato ben cinque offerte, variabili da 30.000 a 160.000 euro (!): una differenza decisamente anomala, pari a cinque volte.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento