agliana. CHIESA SFREGIATA DAI VANDALI, LA FERMA CONDANNA DEL SINDACO

Sopralluogo del sindaco Luca Benesperi e del comandante della Polizia Municipale Lara Turelli

La chiesa di San Niccolò Agliana vandalizzara

AGLIANA. [a.b.] Imbrattati nella notte con bombolette splay i muri della chiesa di San Niccolò Agliana. Dal sindaco Luca Benesperi è arrivata stamani una ferma condanna contro questo atto di vandalismo. Il sindaco stesso accompagnato dalla comandante della Polizia Municipale Lara Turelli ha effettuato un sopralluogo in piazza Aldo Moro ed ha promesso nel giro di poche ore il ripristino dei luoghi “rendendoli alla disponibilità dei cittadini onesti perché i delinquenti non abbiano la meglio!”.

“Condanno quest’atto vile nei confronti di un luogo di culto ed esprimo solidarietà al parroco e a tutti i cittadini di San Niccoló. Avevamo – continua il sindaco — tra gli obiettivi la lotta al degrado e non molliamo. Implementeremo il sistema di videosorveglianza e con la collaborazione di Polizia e Carabinieri redigeremo un piano di controllo del territorio che vada a coprire le zone più a rischio, tra cui la piazza di San Niccolò”.

“Ringrazio – ha concluso — i tanti giovani che in queste ore mi hanno scritto prendendo le distanze da questo gesto. Siete voi la parte migliore di questo paese!”

“Quanto accaduto alla Parrocchia San Niccolò – Agliana – interviene su facebook Guido del Fante — è grave ed è un danno per tutta la comunità. Un danno non solo economico, ma anche morale, di fronte ad una comunità che ogni giorno impegna il proprio tempo per aiutare il prossimo, gli ultimi, i più deboli.

Questi atti di vandalismo non sono solo un messaggio di allarme, ma mostrano come nella nostra società si siano smarriti i valori di comunità e partecipazione.

Non parteciperò nemmeno alla lotta giovani d’oggi, contro i giovani di ieri. Il problema è ben più grave e si annida non solo nella mancanza di spazi aggregativi, di sfogo e di partecipazione nel comune di Agliana, ma anche nell’assenza di un chiaro futuro, del rispetto delle regole, del sentire proprio anche se qualcosa non è di nostra proprietà”.

“La lotta al degrado— conclude — non è installare una telecamera di sicurezza. Ma va più a fondo. Solidarietà ed un abbraccio a Don Rodolfo, a tutte le catechiste ed i volontari di San Niccolò”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email