agliana. DIBATTITO SULLA VIOLENZA NELLE SCUOLE

I relatori da sx: Avv. Katia Bonari, Michela Locicero, Prof. Saverio Fortunato, Consiglieri Giovanni Donzelli e Maurizio Ciottoli
I relatori Katia Bonari, Michela Lo Cicero, Saverio Fortunato, Giovanni Donzelli e Maurizio Ciottoli

AGLIANA.  La sala comunale era piena: cittadini, politici e anche qualche insegnante sensibile al problema delle violenze e vessazioni praticate su minori e tristemente emerse grazie alle moderne tecniche investigative.

Il tavolo dei relatori era qualificato da un penalista del foro di Firenze, l’avvocatessa Katia Bonari, dal criminologo Saverio Fortunato, il consigliere regionale Giovanni Donzelli e il consigliere Maurizio Ciottoli, moderati da Michela Lo Cicero.

La distanza delle posizioni tra il criminologo e i due politici (il primo contrario ai sistemi di videosorveglianza, propone una migliore formazione preventiva dei docenti) ha permesso di caratterizzare il confronto in un modo decisamente originale, divertente e critico, con punti di vista alternativi e contrapposti in modo tale da permettere una valutazione del problema a tutto campo, con una esaustiva rappresentazione della sua complessità e delle possibili soluzioni, una delle quali è quella delle riprese televisive.

L’avvocatessa Bonari ha presentato la sua relazione in modo accurato richiamandosi anche all’incredibile vicenda dei falsi abusi di Rignano Flaminio, rispondendo con soddisfazione alle domande sulle tematiche di natura penalistica.

Il Consigliere Reg. Giovanni Donzelli
Il Consigliere regionale Giovanni Donzelli

Di grande pregio l’intervento del Consigliere Donzelli che, grazie anche alla gravità della storia presentata nella sua natura paradossale e kafkiana, ha rievocato l’inquietante vicenda del Forteto, facendo un appello: dopo alla chiusura in cella del patron Fiesoli, si provveda a scardinare i superiori livelli di connivenza che hanno permesso il mantenimento dell’attività fino ad oggi senza che venisse avviata una commissione d’inchiesta parlamentare di un commissario dalla Regione Toscana.

Un chiaro esempio di autoreferenza imposta dal partito democratico, ovvero dalla Regione Toscana, in spregio alle decisioni di condanna dei tribunali e al generale sentimento di giustizia, calpestato in spregio a molti giovani violentati in molti anni.

Michela Lo Cicero, responsabile dell’organizzazione si è dichiarata soddisfatta per la qualità dei relatori e della partecipazione e l’interesse dimostrato dal variegato pubblico.

Ha annunciato presto una nuova edizione dell’evento presso altri distretti scolastici, ringraziando Piervittorio Porciatti per la ripresa video dell’intera serata.

[Alessandro Romiti]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “agliana. DIBATTITO SULLA VIOLENZA NELLE SCUOLE

Lascia un commento