AGLIANA, DIVIETO DI CAMPEGGIO SU TUTTO IL TERRITORIO

Presto saranno posizionati all’ingresso del territorio comunale cartelli simili

AGLIANA. Nei giorni scorsi il sindaco con una ordinanza contingibile e urgente ha disposto lo sgombero degli accampamenti abusivi di carovane di nomadi (con roulottes e camper) per motivi di igiene e sanità pubblica presenti da una decina di giorni nell’area industriale tra le vie Calamandrei e Nerucci.

L’area occupata senza alcuna autorizzazione non risulta infatti attrezzata e neppure servita per la sosta di camper e roulottes, soprattutto per quanto riguarda il conferimento dei rifiuti.

Come verificato durante i vari sopralluoghi l’accampamento è risultato in precarie condizioni igieniche “diventando luogo di degrado con abbandono di rifiuti anche organici, con un uso improprio del suolo pubblico”.

Si è giunti all’ordinanza dopo le numerose segnalazioni da parte dei cittadini e le molteplici informali richieste di allontanamento spontaneo rivolte ai componenti dell’accampamento da parte del personale della locale Stazione dei Carabinieri e della Polizia Municipale.

Il provvedimento si è reso necessario per ristabilire il decoro di questa parte del territorio come risposta ai gravi disagi per i fruitori delle aziende della zona.

È di ieri invece l’ordinanza che ha vietato su tutte le aree pubbliche e private del territorio comunale il campeggio, bivacco e accampamento mediante l’utilizzo di tende, nonché automobili, caravan, autocaravan, camper e simili mezzi mobili di pernottamento.

Un accampamento abusivo

“Considerati i potenziali rischi anche di sicurezza ambientale per l’assenza anche di idonei contenitori per lo smaltimento dei rifiuti anche organici, che da alcuni anni avviene con le modalità di raccolta c.d. porta a porta;

“Considerato che eventuali insediamenti abusivi possono determinare notevoli pericoli di carattere igienico sanitario e d’ordine pubblico, non solo per chi sosta impropriamente, ma anche per i cittadini che usufruiscono, risiedono e transitano nel territorio comunale, nonchè per le aziende ivi ubicate” l’amministrazione comunale ha inteso anche “prevenire situazioni che potrebbero comportare gravi conseguenze per la popolazione e grave turbamento al regolare svolgimento della vita della collettività determinando oltre ai pericoli menzionati, anche un fenomeno di degrado urbano”.

Sono esclusi dal provvedimento i titolari di spettacoli viaggianti, circhi e analoghe attività, salve le autorizzazioni temporanee, debitamente motivate. Ma in tali casi saranno allestite aree temporaneamente attrezzate idonee allo stazionamento e a spese dei richiedenti.

Il mancato rispetto dell’ordinanza comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa da € 25,00 ad € 500,00, fatta salva l’applicazione, se del caso di eventuali altre sanzioni amministrative e penali, fermo restando l’obbligo di ripristino dello stato dei luoghi a carico dei trasgressori.

L’ufficio tecnico del comune avrà il compito di collocare l’idonea segnaletica con i limiti e i divieti imposti dal provvedimento sulle vie di ingresso a perimetro di tutto il territorio comunale mentre le forze di polizia saranno incaricate dell’esecuzione dell’ordinanza.

[Andrea Balli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento