agliana. INAUGURATO NEL PARCO PERTINI IL VIALE ORIANA FALLACI

Il sindaco Benesperi: “Spero che l’intitolazione non sia un atto divisivo ma il giusto tributo a una donna straordinaria con la quale non dobbiamo essere per forza d’accordo ma che sicuramente ha tanto da insegnare”

Giovannelli, Buono, Benesperi e Noci

AGLIANA. Da ieri mattina il viale che attraverserà il Parco Pertini di Agliana porterà il nome della giornalista Oriana Fallaci. L’iniziativa nasce da una mozione presentata nei mesi scorsi in consiglio comunale dal gruppo della Lega-Salvini Agliana. Al taglio del nastro del cartello con impressa la biografia della famosa scrittrice, tenutosi in forma ristretta a causa del Covid, erano presenti tra gli altri il vicesindaco Federico Ferretti Giovannelli, il capogruppo della Lega Silvio Buono, il responsabile territoriale della Lega Giancarlo Noci.

“Oriana Fallaci – spiega il sindaco di Agliana Luca Benesperi – è stata una donna di frontiera che non si è mai risparmiata: prima staffetta partigiana nella lotta ai nazifascisti, poi al fianco del compagno Alexandros Panagulis contro il regime dei colonnelli in Grecia.

Fiera, orgogliosa, testarda aveva tutto della sua Firenze che amava alla follia e dove volle tornare a morire, da New York, il 15 settembre 2006”.

“Da giornalista – continua – ha intervistato i potenti della terra con domande taglienti e mai banali. Quelle chiacchierate diventeranno un libro che vedrà la luce nel 1974 con “Intervista con la storia”.

Il cartello “Viale Oriana Fallaci”

In un mondo profondamente maschilista ha sempre rivendicato con orgoglio il suo essere donna dando alle stampe libri che diverranno best-seller planetari. Dopo l’attacco alle Torri Gemelle del 2001 ha denunciato con forza il decadimento della civiltà occidentale, minacciata dal fondamentalismo.

È stata una figura certamente non semplice da catalogare, straordinaria nella sua unicità, troppo spesso fraintesa per interessi di parte.

Il grande Franco Zeffirelli, un altro “fiorentinaccio”, le volle regalare, ormai morta, quel fiorino d’oro, massimo riconoscimento della città di Firenze, che mai gli era stato tributato”.

“Spero – conclude il sindaco – che l’intitolazione di questo viale non sia un atto divisivo ma il giusto tributo a una donna straordinaria con la quale non dobbiamo essere per forza d’accordo ma che sicuramente ha tanto da insegnare”.

“Ringrazio il Sindaco Luca Benesperi – ha dichiarato il capogruppo della Lega Buono – per essersi attivato e aver reso possibile tale cerimonia rimandata a causa dell’emergenza Covid, l’Assessore Katia Gherardi per essersi prodigata nell’organizzare la cerimonia e i funzionari per l’installazione.

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email