AGLIANA: MANGONI FRA IL SILENZIO DEL VENTO E “I RACCONTI DI MAMMA L’OCA”

Una grande occasione per Agliana, ma... di cosa parlerà Mangoni?
Una Giunta giovane, ma con modi da PCUS...
Una Giunta giovane, ma con modi da PCUS…

AGLIANA. L’annuncio del Sindaco Mangoni ha effettivamente eccitato la cittadinanza di Agliana, che questa sera sarà da lui rappresentata al settimanale televisivo condotto da Paolo De Debbio su Rete 4.

Ma più che di retorica (come certo farà…), Magnoni dovrebbe parlare (o dovrebbe essere costretto a parlare) dei veri problemi che affliggono la cittadinanza e che qui ricapitoliamo almeno in un decalogo:

  1. la pesante minaccia ambientale dell’inceneritore dei rifiuti del Cis, che, proprio in questi giorni, è stato causa di una pesante forma di inquinamento da diossine
  2. l’incresciosa vicenda del concorso del Comandate di Polizia Municipale, con i conseguenti strascichi per le nomine a vicecomandante e con una pesante liquidazione risarcitoria a carico del vincitore illegittimamente escluso e l’incombente causa risarcitoria avviata dal Nesti
  3. la presenza di un forte inquinamento da polveri fini indotte dall’inceneritore che aumenta pesantemente nell’inverno, esponendo i cittadini a criticità di salute diffuse
  4. la questione Agisport, con la mancata consegna dell’impianto di illuminazione notturno al campo sportivo. Per un consimile motivo la Giunta e la maggioranza di Sefrravalle Pistoiese sono indagati dalla Procura di Pistoia (vedi)
  5. gli abusi edilizi commessi sulla proprietà dei fabbricati del complesso del Lago 1° Maggio, con una vertenza giudiziaria appena avviata
  6. le numerose sentenze di condanna, per cause giudiziarie temerarie con risarcimento posto a carico dei cittadini amministrati
  7. la recente chiusura e smembramento della biblioteca comunale, con un pregiudizio per l’intera comunità dei cittadini e spese e soldi buttati dalla finestra
  8. la Delibera di Giunta num. 56 del 16 luglio scorso, che esclude dai benefici delle riduzioni dalle tasse quei nuclei familiari a “basso reddito” che hanno la prole alle scuole del Comune, ma che risiedono – anche di pochi metri – al di fuori dei confini territoriali. Una discriminazione che toglierà il respiro a molti capifamiglia disoccupati
  9. la mancanza di una indagine epidemiologica sulla “Salute della Cittadinanza”, solo promessa da un lustro in qua e mai consegnata con molti pretesti
  10. il grave inquinamento da Pcb (policlorobifenili) del Parco Pertini e l’esposizione del bacino idropotabile “cava Briganti” alla dispersione di diserbanti, con mancanza di rispetto delle distanze di sicurezza e indifferenza delle autorità sanitarie e comunali

Può bastare questo parziale elenco? Di queste emergenze territoriali dovrebbe parlare il Sindaco se davvero volesse rappresentare le criticità del territorio.Diversamente vuol dire che ci vorrà prendere tutti per i fondelli.

Quindi, buona trasmissione a Mangoni: noi lo ascolteremo mentre ci parla di Pelle d’Asino e dei racconti di mamma l’oca.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “AGLIANA: MANGONI FRA IL SILENZIO DEL VENTO E “I RACCONTI DI MAMMA L’OCA”

  1. 11 avere dato in comodato d’uso, gratuito, un pezzetto di terreno situato in via boccaccio incrocio via callas ad un ex dipendente comunale che c’ha fatto un bell’orto e che come cancello ne usa uno proviente da un surplus dello stadio comunale

Lascia un commento