agliana. MIO DIO DENARO, COME SIAMO CADUTI IN BASSO!

Ormai chi è che va in chiesa e sostiene la chiesa? Solo i comunisti che credono in dio (denaro). Intanto al papa gli hanno svuotato il conto corrente e sono spariti più di 600 milioni di euro dalle casse vaticane: è tutto un De Benedetti al Monte dei Paschi di Siena (non ha mai restituito i 600 milioni presi e fumati). Io credo però che la colpa sia di altri: c’è Salvini che puzza troppo di euro sgraffignati dalla Lega. Deve essere lui che ha rubato anche i 428 milioni di euro fatti sparire all’Asl di Massa quando era assessore Enrico Rossi. Ohhhh… visti gli esiti di Giani, la prima volta che qualcuno del Pd si lamenta della sanità toscana, ne busca! A parte che nessuno lo farà: perché a Agliana ci sta anche la Lucilla Di Renzo, colei che “salvette” i pistoiesi dal Covid!

 

I PIDDÌ PIANGON PER FINTA,

MA IN REALTÀ SCÓPAN CON GRINTA

 


 

Caro Bianchini,
le chiedo cortesemente di invitare la Segreteria del PD aglianese ad vedere ed ascoltare attentamente il contenuto di questo video:

dopodiché si vergognino di usare strumentalmente episodi come quello che si è verificato l’altra notte in piazza Aldo Moro a San Niccolò:

Di fronte a questa vicenda, siamo chiamati ad interrogarci su cosa stia succedendo sul territorio in questo ultimo periodo, dove gruppi organizzati preferiscono devastare una chiesa, piuttosto che impiegare il proprio tempo in progetti costruttivi, partecipati ed utili al proprio futuro. Oltre a dare la nostra solidarietà a Don Rodolfo, alle catechiste ed a tutti i volontari della parrocchia, vorremo sapere dall’amministrazione quando incomincerà a gestire il territorio, dove ormai la sicurezza nell’ultimo periodo è scesa ai minimi storici.
E non sarà una telecamere a risolvere la problematica.

Ma questi signori s’interessavano di Agliana anche quando comandavano loro o hanno iniziato a farlo solo dopo che hanno perso la guida del Comune? Hanno proprio la faccia al posto del c..o!

S.A.

Caro lettore pistoiese,
io posso solo pubblicare. Quanto ad essere ascoltato, il problema è arduo. S’immagina se gente come Guido Del Fante sta a sentire la voce di uno che, secondo lui, dovrebbe essere cancellato dalla faccia del web?

Fanno benissimo, però, i comunisti di Agliana (che non capiscono nulla o solo poco) a sfanculare l’amministrazione Benesperi. Il sindaco bamboccione e il suo assessore agnellone che toglie le castagne dal fuoco dovevano rovesciare Agliana come un calzino e sono rimasti loro rovesciati come dei calzerotti bucati.

Ormai dato che il La Pietra gli ha detto di non aprire armadi e non tirare fuori scheletri, il Pd dell’Agrumia può fare ciò che vuole: è impune. Così il Ciottoli ride e il Benesperi ci minaccia! Ma ci fa solo un baffo alla… Pedrito.

Quanto alle loro facce, caro lettore, non misembrano per niente diverse da quelle dei Pd aglianesi. Come diceva il turco in Mediterraneo di Salvatores, «mia fassa, mia rassa» – dove mia, per chi non sa il greco, significa «una sola». Quella dei politici inconcludenti e mangioni.

e.b.


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email