AGLIANA, RIEPILOGANDO IL CASO NESTI/GODUTO. 3

Il Sindaco Mangoni
Il Sindaco Mangoni

AGLIANA. Sulla vicenda Nesti/Goduto impazza il “toto post-comandante” al quale nessuno può rispondere: cosa succederà? Chi pagherà il risarcimento dei danni, i cittadini? E il vincitore del ricorso verrà a incardinarsi al comando di polizia municipale di Agliana a corto di vigili?

Alcune ipotesi, formulate in queste ultime ore, prevedono una sorta di recupero strategico di Nesti, in odore di essere paracadutato in un incarico dirigenziale (intercomunale, fiduciario dei Sindaci piddìni di Agliana e Montale) previsto al protocollo dei servizi comuni: ma ciò suonerebbe davvero come gesto di assoluta tracotanza di Mangoni, ovvero del Pd post-magnanensico. Del resto è vero che al peggio non c’è fine e che Agliana è il teatrino stabile dell’invenzione scenica, ma, a questo giro, Mangoni andrebbe a trascrivere l’ipoteca per una quasi sicura trombatura sul prossimo mandato.

C’è da dire che, dalla notifica della sentenza, stimabile intorno alla fine di febbraio, potrebbe decadere il ruolo di comandante, che dovrebbe essere assolto, ad interim, dalla vicecomandante Sonia Caramelli.

Nesti potrebbe perdere l’attuale livello stipendiale D6 (non dovuto e sinora illecitamente percepito sotto il profilo amministrativo), ma potrebbe passare a semplice agente e dovrà far “buon viso a cattiva sorte”, dato che la sentenza non stabilisce la nullità del concorso del 1999, ma la nullità della graduatoria, ovvero la ri-designazione del dott. Goduto come vincitore? Anche in questo caso siamo dinanzi a un toto-tutto.

Ma la sentenza sembra aprire altri scenari. Pensate un po’ se il dott. Goduto fosse rimasto per 15 anni semplice vigile urbano a Viareggio, quanto avrebbe perso in dignità e denaro.

Su questi risarcimenti il Consiglio di Stato non si è pronunciato perché incompetente: ma potrebbero essere materia di altre procedimenti giudiziari.

E Mangoni, “il nuovo che avanzava”, cambierà verso o dovrà inchinarsi alla ragion di Stato del Pd, dato che comunque dovrà pagar dazio per la sua investitura a primo cittadino?

Vedi anche:

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “AGLIANA, RIEPILOGANDO IL CASO NESTI/GODUTO. 3

  1. Non voglio spezzare lance a favore di nessuno, non credo abbiamo bisogno della mia spezzatura, ma qui l’attuale giunta comunale ha poca responsabilità…vale il discorso che tirano sempre in ballo ” ma noi un ci s’era mica” magari l’attuale giunta si rivarrà sui i suoi illustri predecessori mettendoli in conto tutto fino all’ultimo centesimo….poi rischieranno la ragion di partito ma faranno vedere veramente, ai cittadini, se hanno i così detti attributi.

Lascia un commento